17 ottobre 2017

Italia - Germania

Cover_Digita_ITAGER

È la sera di Italia – Germania. La Merkel rimarrà Immobile o Renzi sbaglierà il rigore decisivo? Sarà fantascienza o sarà solo un sogno di inizio estate ma la “sfida delle sfide” sta per cominciare. Qualche sera fa seguivo un dibattito in tv e un giornalista germanico iniziò ad inveire contro un professore di Economia italiano soltanto perché sottolineò 3 aspetti:

  1. il cambio euro/marco fu 1 a 1
  2. le partite correnti superano il tetto del 6% (limite stabilito dall’UE)
  3. il Trattato di Maastricht ha avvantaggiato il potere germano centrico in Europa.

3 semplicissime riflessioni che vanno ad avvalorare la mia tesi proposta già nel precedente articolo. L’Europa così com’è non va, necessita di un radicale cambiamento a partire dall’organizzazione interna senza voci di controcanto che non fanno altro che indebolire una Istituzione già molto precaria di suo.




Oltre tutto bisogna sempre contestualizzare gli eventi nel senso che, vivendo in un periodo di deflazione generalizzato, è ovvio che si cerca un rifugio che ad oggi è rappresentato proprio dallo stato della Merkel. Le 3 ragioni esposte poco prima diventano in tale modo la causa e l’effetto di tutto. In tutti i modi (come usava spesso dire la mia nonna) sarà pure una battaglia impari ma alla fine i tedeschi perdono sempre!

Article Tags

Related Posts