22 gennaio 2019

La Camera Verde - “L’inquilino del terzo piano” di R. Polanski.

L_inquilino_del_terzo_piano

1976

Di Roman Polanski

 

L’inquilino del terzo piano” è un film diretto e interpretato (nel ruolo dell’impiegato Trelkovski) da Roman Polanski.

Trelkovski arriva a Parigi e per prima cosa si mette alla ricerca di un appartamento dove vivere. Ne trova uno molto particolare, inquietante, e scopre che quel luogo è stato teatro di un tragico evento: il tentato suicidio da parte della precedente inquilina Simone Choule che si era gettata dalla finestra. La stessa Simone non è ancora morta e Trelkovski decide di andare a visitarla all’ospedale; la trova completamente ingessata, incapace di parlare, a un certo punto fuori di sé, a seguito di una sorta di crisi isterica appena si accorge della presenza di Trelkovski. Qualche tempo dopo muore e permette al nostro di prendere il pieno possesso della stanza.

Chiuso questo primo capitolo inizia ora un’escalation di tensioni e ossessioni, attraverso il rapporto che Trelkovski intesse con gli altri abitanti del palazzo, fatto di angherie (vere o presunte) che gli stessi riserbano per lui, oltre a trattarlo continuamente come se avessero davanti la vecchia Simone.

In un processo inarrestabile di immedesimazione Trelkovski finirà per non sapere più chi è per poi convincersi egli stesso di essere Simone, decidendo quindi (come la precedente inquilina) di buttarsi dalla finestra.

Anch’egli si ritrova infine all’ospedale e in un momento di lucidità scorge attraverso le fasciature attorno al volto il se stesso che all’inizio del film era andato a visitare Simone


 

Sono quindi due i temi fondamentali che Polanski tocca: l’immedesimazione (o reincarnazione) e la ciclicità del tempo, della storia si potrebbe anche dire. Potremmo considerare il primo tema causa che getta i presupposti per il secondo, come in effetti è nel film (se non altro a livello della sequenzialità delle scene) con tutte le considerazioni filosofiche alle quali questo potrebbe condurre, oppure potremmo immaginare l’esatto contrario approdando a concetti molto diversi.

Lascio l’incombenza ai lettori e a coloro che hanno visto (o vedranno) il film, certamente importante per tutti gli amanti del cinema di alto livello.

 


Article Tags

Related Posts