24 aprile 2019

Perché le corna sono il simbolo del tradimento?

corna

La spiegazione più plausibile sembra essere questa. Tutto cominciò a Creta. Minosse, il re di Tebe, cercava di blandire sua moglie Pasifae in ogni modo, ma lei fece capire al marito che del sesso non le importava proprio niente. Senonché Venere, Dea dell’amore, offesa, decise di vendicarsi, tramutò Pasifae in una ninfomane scatenata. Da quel momento re Minosse non ebbe più pace, e non sapendo più cosa fare per disperazione decise di confinare la moglie in una zona sperduta dell’isola di Creta, mettendole accanto solo persone di sesso femminile. Ma quell’isolamento risultò inutile: Pasifae s’innamorò dell’unico animale maschile di quella zona: un toro che pascolava in quei paraggi.


La bestia da par suo non sapeva che farsene della regina, a lui piacevano solo le vacche, cosicché lei si fece costruire una statua a forma di vacca e ci si mise dentro. Il toro di fronte a quel bocconcino non resistette e cadde nell’imboscata. Dal loro rapporto mostruoso nacque un altrettanto mostro, il Minotauro.
Lo scandalo fu enorme. La voce arrivò ai cretesi, che per prendere in giro Minosse e ricordargli che era stato tradito con un toro, ogni volta che lo vedevano passare per le strade gli facevano il segno delle corna, che da quel giorno divenne il simbolo stesso del tradimento.

Article Tags

Related Posts