27 maggio 2017

Renzi: e ora anche la manovra

cover_digita_leggedibilancio

Cosa si fa pur di restare incollati alla poltrona, pur di prendersi meriti e pur di essere osannati. Renzi in questo è davvero un gran maestro, riesce anche solo con un tweet a “manipolare” la realtà portando a sé sempre l’attenzione. In un recente passaggio alla Camera ha iniziato ad inveire contro le opposizioni accusandole di non offendere Renzi ma l’Italia intera. E no. Io non ci sto più a questi giochetti. Durante i Governi Berlusconi lo stesso Berlusconi veniva accusato quotidianamente di tutto e di più, con le opposizioni che fregandosene altamente del ruolo svolto e dell’Istituzione che lui stesso rivestiva, continuavano ad attaccare. Ora è facile lavarsene le mani, ora è facile accusare senza ricordare il passato recente.




Comunque venendo più allo specifico della nuova Legge di Bilancio si scopre un mondo. Più risorse al fondo sanità (con assunzioni in vista per medici e infermieri), più risorse alle forze dell’ordine, l’APE (anticipo pensionistico) con “vantaggi” (a detta del toscano) assicurati per chi decide di aderire, il superammortamento per le aziende 4.0 (voglio ricordare che l’ossatura economica dell’Italia è composta da circa l’80% da piccole e medie imprese e non da colossi multimilionari), la chiusura di Equitalia (qui fuochi d’artificio e applausi scroscianti) e poi, solo alle prime 100 telefonate, un televisore a Led in omaggio.

Ovviamente l’ultima voce dell’elenco sopra è una burla, ma anche le voci precedenti non sono da meno, soprattutto per una ragione: non ci sono coperture. È un’altra finanziaria in deficit, un’altra finanziaria che non tiene conto del debito pubblico e delle reali condizioni sociali ed economiche italiane, ma ci si limita a promettere e a sognare un mondo buono e giusto. Per favore siate seri, anche perché dovete durare fino al 4 Dicembre e poi, finalmente, ve ne tornate a casa!

Article Tags

Related Posts