23 maggio 2018

Schemino per webeti: ecco l'algoritmo delle discussioni social

schemino per webeti

Se sei informato parla, altrimenti taci!
Forse per alcuni questa affermazione potrebbe sembrare ovvia, eppure molta gente farebbe bene a leggere il semplicissimo schermino (l’algoritmo in foto) pubblicato da Federico Cerioni, libero professionista marchigiano esperto di web.




Sempre più spesso, sul web (in particolar modo sui social network), è facile incorrere in commenti scritti da “tuttologi” che pur di lasciare un segno nel mondo (nah, solo in un post su qualche social), esprimono la loro opinione senza essersi prima informati.
Ecco quindi uno schemino semplicissimo (a prova di webete), da leggere prima di iniziare a pigiare i tasti del PC e aprir bocca su argomenti di cui spesso non si sa nulla.
“Lavoro nella comunicazione e sui social – racconta Federico Cerioni – quindi sono sempre abbastanza attento alle discussioni e a tutto quello che gli ruota intorno. C’è troppo spesso una brutta tendenza: quella che porta a scrivere qualsiasi cosa prima di ragionare o informarsi. Lo schema mi è venuto in mente leggendo le critiche in seguito alla donazione di Zuckerberg alla Croce Rossa, ma siamo nei giorni della discussione sugli webeti, quindi direi che gli spunti di riflessione non mancano”. E ora c’è pure la versione in spagnolo.schemino per webeti
103014623-0d5eb045-5a37-4d4d-8199-a70c1adee1b2

Article Tags

Related Posts