22 gennaio 2019

Sorteggi Champion's League Italiane: Arsenal e Chelsea per Milan e Napoli. L' Inter pesca l' O.M. di Deschamps.

L’urna di Nyon, manda Milan e Napoli a conquistarsi il passaggio ai quarti a Londra. Le due squadre italiane, piazzatesi seconde nei rispettivi gironi, affronteranno rispettivamente Arsenal e Chelsea. Più semplice appare sulla carta la sfida che vedrà contrapposta l’Inter, vincitrice del girone e per questo col diritto di disputare la gara di ritorno tra le mura amiche, e l’ Olympique Marseille di Didier Deschamps.


Il Milan campione d’Italia, giunto secondo nel suo girone alle spalle dei campioni in carica del Barca, dovrà vedersela ancora una volta con una squadra inglese, dopo che nelle ultime stagioni è stato eliminato da Red Devils e Spurs. L’ Arsenal, partita in maniera pessima ad inizio stagione, sta riprendendo un ruolino di marcia ragguardevole, specialmente in seguito all’exploit di capitan Van Persie. La squadra di Wenger, è una delle più giovani del torneo ma questo non vuol dire che sia senza esperienza. Walcott, Arteta e Gervinho sono giocatori di tutto rispetto. Il vero punto debole è la difesa. Il Milan se riuscirà ad arrivare in forma a Febbraio resta comunque favoritissima per passare il turno

Il Napoli dopo l’impresa di aver eliminato la squadra dello sceicco, dovrà ripetersi con quella del russo Abramovic. La squadra diretta dallo Special Two, il portoghese Villas Boas, non vola in campionato, dove però nell’ultima partita ha inflitto il primo KO della Premier al City capolista. I blues restano una vera corazzata. Hanno alcuni dei miei giocatori al mondo in tutti i reparti, partendo dal portiere Chec, passando per  capitan Terry, con l’inossidabile Frankie Lampard in mezzo al campo, per arrivare ad un attacco stellare con Drogba, Anelka, e un Torres, che se ancor in cerca di se stesso è pronto ad esplodere da un momento all’ altro. Inoltre giovani come Sturridge e Mata possono incidere sulla partita in qualsiasi momento. I londinesi sulla carta sembrano favoriti, ma non è su quella che si giocano i match. I ragazzi di Mazzarri dopo la passata stagione, dove in Europa League hanno iniziato a fare esperienza, quest’anno nel turno a gironi hanno dimostrato di potersela giocare con chiunque, e ovunque. Nell’andata, che si giocherà al San Paolo, gli azzurri dovranno far valere il fattore campo, per poi poter affrontare in maniera intelligente il ritorno a Stamford Bridge.


L’ Inter di quest’ anno, non certo una squadra incantevole, che in campionato sembra provare a rilanciarsi avendo vinto quattro delle ultime cinque partite, in Champion’s è riuscita a vincere il suo girone con un turno di anticipo. Lille, Trabsonspor e CSKA Mosca non erano comunque squadre di alto livello. Negli ottavi dovrà vedersela con l’ Olimpique Marseille, anche lei non in un’annata fantastica. Ottava in campionato a meno undici dalla vetta, la squadra di Monsieur Deschamps, di certo non si offrirà quale agnello sacrificale ai meneghini. Senza nomi altisonanti, con la coppia di fratelli Ayew figli della leggenda Abedì Pelè  in mezzo al campo, i transalpini hanno dalla loro la giovinezza. Se a febbraio l’Inter acciaccata e antiquata di questo periodo, non si darà realmente una rinfrescata, è proprio nella giovinezza degli avversari che può risiedere il principale pericolo. L’ Inter resta comunque la strafavorita per il passaggio ai quarti, sperando di non incappare in un nuovo Shalke04.

Article Tags

Related Posts