20 agosto 2018

Stupratori bruciati vivi davanti a tutti - Video Shock

Stupratori bruciati vivi davanti a tutti - Video Shock

La dilagante violenza adottata dai narco in Messico ha portato -direttamente o indirettamente- all’adozione degli stessi cruenti metodi di “giustizia” anche da gran parte della collettività. Le forze dell’ordine stanno perdendo il controllo di sempre più zone del Messico. Peraltro dove non comandano i narcotrafficanti comanda l’autorganizzazione locale, che utilizza forme di giustizia del tutto identiche a quelle barbare e cruente dei narco.


Un video mostra proprio la spietatezza di tali forme di “auto-giustizia”: tre presunti autori dello stupro e del successivo assassinio di Sántiz López, una ragazza del posto, sono stati legati, cosparsi di benzina e bruciati vivi sotto gli occhi di decine di persone -apparentemente indifferenti davanti a tale atrocità- che riprendevano la scena con i telefonini. Assistere a delle scene simili è diventato talmente abituale che dopo poco sulle bancarelle dei mercati locali sono stati messi in vendita i DVD con l’osceno spettacolo.

Il fatto è avvenuto a Las Ollas, una piccola località di provincia, il 4 giugno scorso.

La procura dello stato del Chiapas ha disposto il ritiro dei DVD ed ha avviato un’indagine per individuare i presenti e i responsabili del linciaggio. I tre presunti colpevoli di stupro sono morti a causa delle ustioni riportate; due di loro sono deceduti dopo aver ricevuto inutilmente le cure ospedaliere a  San Cristóbal de Las Casas.

Article Tags

Related Posts