Contagi cartina molise 6 dicembre

Iniziano a vedersi dei lievi miglioramenti sul fronte dell’epidemia in Molise confrontando i dati della settimana che va dal 30 novembre fino a ieri, domenica 6 dicembre, con quelli delle settimane precedenti. Superato il novembre nero – in particolare per quanto riguarda la somma record di decessi – ecco che qualche spiraglio, che naturalmente andrà confermato nelle prossime e decisive settimane, si intravede. Meno contagi (anche se con qualche tampone in meno), minor tasso di positività rispetto ai test effettuati, meno ricoveri, meno (anche se ancora tanti) morti e molti più guariti.

È stata, questa appena trascorsa, la settimana che ha visto tornare a punte record (che non si  toccavano da marzo) il numero di vittime giornaliere in Italia. Ormai (da ieri) queste hanno superato le 60mila unità, in sette giorni sono state oltre 4.500 (la settimana precedente erano state 5.081) e nella giornata del 3 dicembre hanno raggiunto la spaventosa quota di 993.

I decessi con Covid-19 in Molise sono stati 23 negli ultimi 7 giorni, più di 3 al dì di media. Precisamente le vittime sono state lunedì 2, martedì 7, mercoledì 0 (non succedeva da quasi un mese), giovedì 2, venerdì 4, sabato 2 e domenica sono salite a 6. La settimana precedente questo dato era di 27, dunque leggermente superiore, e quelle precedenti di 23, 19 e 11. Dopo quattro settimane di aumento, dunque il numero è, sebbene di poco, diminuito.

Sono diminuiti anche i contagi medi giornalieri. Questo il trend settimanale dei casi positivi: lunedì scorso i nuovi casi sono stati 60, martedì 96, mercoledì 53, giovedì 176 (record assoluto, come da record quel giorno è stato il numero dei tamponi), poi 152 venerdì, solo 36 sabato e 52 domenica. Cifre molto diverse tra loro ma che in totale fanno 625, meno della settimana precedente quando i contagi erano stati 717 (nelle settimane precedenti rispettivamente 887, 604 e 642). Pertanto la media di questa settimana è stata di circa 89 nuovi contagi al giorno. La media dei sette giorni precedente era di 102, andando a ritroso era stata di 127, poi 86 e prima ancora di circa 92.

I tamponi della settimana presa in esame sono stati circa un centinaio in meno rispetto alla settimana precedente (6.055 vs 6.145). I test molecolari eseguiti e processati sono stati 655 lunedì, 797 martedì, 608 mercoledì, sono schizzati a 1368 giovedì, ancora sopra i mille (1099) venerdì, 658 sabato e infine ieri domenica 870. La media giornaliera è stata di 865 tamponi al giorno. La scorsa settimana la media era stata di 878, quelle precedenti di 980 e prima ancora di 743 circa.

Come sempre, è importante decifrare come stanno in rapporto i numeri dei positivi con quello dei tamponi effettuati. Il tasso di positività (che appunto misura il rapporto tra casi appurati e tamponi fatti) nella settimana considerata è del 10.32%, in calo rispetto all’11.67% dei sette giorni precedenti. Prima ancora era stato rispettivamente di 12.7%, 11,6%, 11.46% e prima ancora di 12.5%. Il dato della settimana appena trascorsa è dunque il migliore delle ultime 6 settimane. A farlo calare sono stati decisamente le percentuali degli ultimi due giorni, quando il tasso – sempre tra l’8 e il 14% – è sceso drasticamente a 5,47 e 5,98 nella due giorni del weekend. Un dato sbalorditivo e che probabilmente non si registrava almeno da settembre. In Italia ieri il tasso di positività si attestava sull’11.5%.

I ricoveri nell’arco temporale di 7 giorni sono stati 24 (erano stati 51, 48 e 46 nelle settimane precedenti). Si sono praticamente dimezzati dunque nel giro di una settimana. Per fare una media, è come se ci fossero state poco più di 3 nuove ospedalizzazioni al giorno, ma la settimana precedente erano state oltre 7. Allo stato attuale al Cardarelli di Campobasso sono ricoverati per Covid-19 in 61, mentre domenica scorsa erano 15 in più, di cui 5 in più in Rianimazione. Chiaro che sui dati dei ricoveri incidono molto quelli sui decessi, che avvengono prevalentemente in ospedale.

Ci sono state però anche diverse dimissioni dalla struttura ospedaliera (19 in tutto, poco meno di 3 al giorno in media). Migliore in questo caso il dato della settimana precedente, quando erano state 26 le dimissioni.

Nella settimana appena trascorsa sono cresciuti oltremodo i guariti, che per la precisione sono stati ben 560. Nei sette giorni precedenti erano stati 373 (quella prima ancora 496). Ad oggi, dall’inizio dell’epidemia, delle 5 mila e 300 circa persone contagiate in Molise quasi 2mila e 400 sono guarite dall’infezione da Sars-Cov-2.

Gli attualmente positivi stando all’ultimo bollettino dell’Azienda sanitaria molisana sono 2.820. Hanno contagi tra i propri abitanti quasi tutti e 136 i comuni della nostra regione. Le cifre maggiori nelle cittadine, nell’ordine Campobasso con 368, Isernia con 332 e Termoli con 304. Tanti casi anche a Venafro (111). A seguire ci sono comuni più piccoli: Montaquila (con un focolaio nella casa di riposo) con 87, Bojano con 81, Larino (compreso focolaio nel carcere) con 68, San Martino in Pensilis con 62, Campomarino 57. Trivento poi è salito nel giro di poco a 55. Da segnalare anche i 49 contagi in quel di Cercemaggiore. Ci scusiamo in anticipo per eventuali piccole imprecisioni.

Positivi 6 dicembre per comune

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like