Non sono le letture originali, ma rielaborazioni molto aderenti
ai testi biblici, della Messa dell’8 Dicembre
(Solennità dell’ Immacolata Concezione)

 

DALLA PRIMA LETTURA (libro della Gènesi 3,9-15.20)

Questa lettura è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e ci dice:  – Io avevo creato gli uomini in un Paradiso di felicità: affinchè potessero essere sempre BRAVISSIMI e felici. Ma poi Adamo ed Eva si rivolsero contro di Me, contro il loro Creatore: allontanandosi dal Paradiso. Così Io andai da Adamo e gli dissi: “Dove sei finito?”. Adamo rispose: “Ho sentito la Tua voce: ho avuto paura e mi sono nascosto …”. Ed io: “Perché, cosa hai da nascondere? Hai fatto qualcosa di CATTIVO?”. Adamo rispose: “E’ stata Eva a convincermi: la donna che tu mi hai messo accanto …”. Allora andai da Eva e le dissi: “Ma che hai combinato?”. Eva rispose: “E’ stato il diavolo a convincermi …”. Allora Io puntai il dito contro il diavolo e sentenziai: “Maledetto! Tu sei la causa prima di ogni CATTIVERIA umana. Volevi far soffrire gli uomini: e per questo la pagherai. Ogni volta che attaccherai la donna e i suoi discendenti, io sarò sempre al loro fianco: pronto a difendere i suoi figli!”. ‘Eva’ infatti significa letteralmente ‘MAMMA’, perchè voi tutti siete suoi discendenti: suoi figli. Per questo Io manterrò la Mia promessa: e nelle prove della vita, resterò sempre al vostro fianco. Seguitemi ed un giorno vi porterò in Paradiso: dove tornerete ad essere, felici e BRAVISSIMI per sempre! -.

DAL SALMO RESPONSORIALE (Salmo 97,1-4)

Questo salmo è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e ci dice: “Canta a Me, che sono il tuo Signore: cantami un canto nuovo, con riconoscenza. Perché Io sono BRAVISSIMO e buonissimo: ho fatto meraviglie per te. Con la Mia mano, sono intervenuto ad aiutarti: e con il Mio braccio santo, ti ho fatto vincere. Ti ho fatto sentire la Mia salvezza, ho fatto trionfare davanti a tutti la Mia giustizia: ti ho dimostrato il Mio amore e la Mia fedeltà. Tutti gli uomini del mondo hanno visto la Mia vittoria: per questo tu grida, canta ed esulta sempre di gioia !”.

 

DALLA SECONDA LETTURA (lettera di Paolo ai cristiani di Efeso 1,3-6.11-12)

Questa lettera è Parola di Dio. Quindi è Dio che ci parla e – per bocca di Paolo – ci dice: “Benedicimi sempre, perché Io ti ho dato una grande benedizione: mandandoti sulla terra Mio Figlio. Io ti ho scelto prima della creazione del mondo: per renderti BRAVO e buono, santo e immacolato. Ti ho riempito d’amore: facendoti diventare mio figlio adottivo, per mezzo di Mio Figlio Gesù. Questo è il Mio disegno d’amore, la Mia volontà: che in te possa risplendere la Mia grazia. La stessa grazia che ho dato a Gesù Cristo. E se sei anche tu Mio figlio come Lui, come Lui sei anche Mio erede: predestinato dalla Mia onnipotente volontà, a vivere per sempre nel Mio regno di gioia infinita !”.

 

DAL VANGELO (Luca 1,26-38)

 

Questo vangelo è Parola di Dio. Quindi è Gesù che ci parla e ci dice: – Anche tu abbi la stessa umile fiducia in Dio, che ebbe mia MAMMA: Maria. Era una ragazza di Nàzaret, fidanzata con Giuseppe: un falegname discendente del re Davide. Prima che si sposassero l’angelo Gabriele andò da lei e le disse: “Rallègrati Maria! Il Signore è sempre al tuo fianco: ti ha riempito di grazia e ti ha reso BRAVISSIMA!”.

 

All’inizio Lei non sembrava contenta: anzi si chiedeva preoccupata, che significato potessero avere quelle parole. L’angelo allora le disse: “No Maria, non devi avere paura. Sono qui per darti una bella notizia: molto presto scoprirai di aspettare un bambino. Dovrai chiamarlo Gesù: e sarà il ‘Figlio di Dio’. Siederà sul trono che fu del re Davide, l’antenato di Giuseppe: ed il Suo regno non tramonterà mai!”.

 

Maria allora gli chiese: “Ma se io non ho mai avuto rapporti, come posso aspettare un bambino?”. Era ancora piena di dubbi e paure: anche perché se fosse rimasta incinta in quel momento, chissà cosa avrebbero potuto pensare di lei gli altri.

 

Ma l’angelo le rispose deciso: “Non capisci Maria? Quel bambino è ‘Figlio di Dio’! Sarà lo Spirito Santo, lo Spirito di Dio, a scendere su di te e mettertelo in grembo! Non hai visto che anche tua cugina Elisabetta, che era considerata sterile, ora aspetta un bambino? A Dio tutto è possibile: Lui può far nascere suoi figli anche dalle pietre!”.

 La ragazza allora sorrise. E con coraggio disse: “Al diavolo i dubbi e le paure! Se Dio da me vuole questo, che sia fatta la Sua volontà!”. Anche tu dici il tuo “sì” deciso, a Dio: prendi esempio da mia MAMMA, che è stata davvero BRAVISSIMA ! -.

 a cura di Antonio Di Lieto

www.bellanotizia.it

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like