Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

“Rispetto alle valutazioni che avevamo fatto, saremo pronti a partire con alcuni giorni di anticipo” con la somministrazione delle prime dosi di vaccino. È quanto avrebbe confermato nel corso della riunione con le Regioni, secondo quanto si apprende, il ministro della Salute, Roberto Speranza.

La Conferenza Stato-Regioni, quindi, ha dato il via libera al piano vaccini presentato dal Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri e nei primi giorni di gennaio partirà la vaccinazione di massa, ma i primi italiani potrebbero essere vaccinati simbolicamente contro il Covid già subito dopo Natale e prima dell’inizio del 2021 se l’Ema, nella riunione in programma il 21 dicembre, darà il via libera al farmaco della Pfizer.

Secondo quanto si apprende, oggi stesso il Commissario invierà alle regioni una sorta di ‘libretto delle istruzioni’ per il vaccino ed entro la settimana tutte le indicazioni per la procedura di somministrazione. Verranno consegnate il 90% delle richieste di dosi avanzata dalle Regioni e questo perché è stato stimato che non si vaccinerà il 100% del personale sanitario previsto.

“La campagna vaccinale sarà una sfida che vinceremo tutti insieme”. È quanto avrebbe detto, secondo quanto si apprende, il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, nel corso della riunione. “Oggi diamo il via libera al piano di distribuzione e domani portiamo il documento condiviso in Conferenza Stato-Regioni in modo da renderlo subito operativo – ha aggiunto – anche dal punto di vista formale”.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like