CAGLIARI. Il Piano casa della Giunta Solinas è prossimo all’approvazione. Stasera 13 gennaio  il Consiglio regionale chiuderà la discussione degli articoli del disegno di legge, nella seduta di domani mattina sono in programma le dichiarazioni di voto e il via libera finale. Le ultime disposizioni del testo sono dedicate ad aree di sosta dei camper (che possono essere concesse dai Comuni in aree private) e alla realizzazione di campeggi, a basso indice di impatto paesaggistico, oltre la fascia dei trecento metri dalla linea di battigia.

Nella lunga giornata in aula va però registrato lo strappo della Lega  durante la discussione del disegno di legge. La Giunta è andata sotto di due voti (21 favorevoli e 23 contrari) su un emendamento che prevedeva la localizzazione delle opere di urbanizzazione in aree a rischio, a condizione che fossero interamente cedute gratuitamente al Comune. In Aula il capogruppo del Carroccio Dario Giagoni ha detto di nutrire perplessità e al momento della votazione la Lega ha votato contro. 

Nel pomeriggio sono state approvate una serie di disposizioni importanti: una riguarda la possibilità di trasferire, previa demolizione, volumi da aree a rischio idrogeologico ad aree non a rischio, e da zone di particolare valore paesaggistico a zone normali. Nel primo caso il titolare ha diritto al 35% di incrementi volumetrici, nel secondo al 40%. Un altro articolo approvato chiarisce la possibilità di intervenire sulla fascia dei 300 metri, nelle strutture ricettive, con modifiche a saldo zero: è consentito utilizzare le volumetrie risultanti da demolizione di edifici per trasferirle a incremento di quella di uno o più alberghi. Una soluzione attuabile all’interno dello stesso Comune o in uno limitrofo.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like