L’intervista di Filippo Bisciglia alla vigilia del derby di Roma

Il noto showman e conduttore televisivo Filippo Bisciglia non ha mai nascosto la fede biancoceleste. Fattosi conoscere al grande pubblico nel 2006 con la partecipazione al Grande Fratello, conduce ogni anno il reality Temptation Island su Canale 5. Ecco le sue parole al Match Program della Lazio.

CURIOSITA’ – «Mio padre e mia sorella più grande sono sempre stati laziali, nel mio palazzo la cosa bella è che c’era la Scala A, la B e la C, e la B era interamente della Lazio, eravamo tutti sostenitori biancocelesti. La domenica ci riunivamo tutti a casa mia per vedere le partite. A 10 anni mi portarono a vedere lo spareggio con il Campobasso per non retrocedere in C».

DERBY – «Ricordo quello di Gascoigne, i gol di Di Canio, inevitabilmente quello di Lulic. Il mio preferito però è un altro, era il battesimo della nipote della mia ex fidanzata e data la cerimonia non potevamo essere allo stadio, ma sotto la camicia avevo messo la maglia della Lazio pensando di mostrarla a tutti a tavola se avessimo vinto. Perdevamo 2-0, nel recupero Castroman segnò il 2-2, mi alzai a tavola davanti a tutti e mi strappai la camicia, erano tutti romanisti compresa la mia ragazza, che quella sera mi lasciò…facemmo pace solo qualche giorno dopo».

DOMANI – «Spero di vedere 11 guerrieri lottare in campo, ogni minuto, ogni secondo del match».


Leggi su Lazionews24.com

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like