OLBIA. Il futuro del Molo Brin sarà solo turistico. Lo ha stabilito l’Autorità portuale con l’approvazione del Piano operativo triennale 2021–2023. Il Comitato di gestione, previa consultazione dell’Organismo di partenariato della risorsa mare ha dato il via libera alla novità insieme agli adeguamenti tecnico funzionali ai Piani regolatori di Cagliari e Olbia.

Olbia riconferma la sua vocazione al traffico passeggeri e ai mezzi commerciali. Oltre agli interventi di dragaggio e riqualificazione delle banchine dell’Isola Bianca e del porto industriale Cocciani, si prevede una totale revisione e razionalizzazione delle aree di accesso portuale e della viabilità, un’apertura della stazione marittima e delle attività commerciali alla libera fruizione, la riqualificazione dei servizi ai passeggeri e ai crocieristi.

Per quanto riguarda la nautica, l’idea progettuale prevede il rilancio del Molo Brin verso il diportismo, la creazione di un distretto della cantieristica nell’area ex Palmera, la progettazione di una canaletta di servizio per le imbarcazioni e la razionalizzazione delle concessioni per nautica nelle due anse del porto interno.

Il progetto dovrà essere inviato al Consiglio superiore dei Lavori Pubblici per il parere di sua competenza.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like