Giacomo Mannino

Oggi in occasione dell’insediamento della Commissione straordinaria COVID-19 di Soverato – scrive il consigliere comunale Giacomo Manninoho ritenuto opportuno presentare, come primo firmatario, 2 distinte richieste sottoscritte anche dal Consigliere comunale Vittorio Sica.

Con la prima richiesta si chiede l’attivazione, previo confronto con i dirigenti scolastici soveratesi, della cd Didattica Digitale Integrata anche per gli alunni i cui genitori ne ritengano opportuna e ne chiedano l’applicazione.

La D.D.I., peraltro, già prevista per tutti gli alunni appartenenti alle categorie fragili e/o a rischio, permetterebbe contestualmente:

a. la diminuzione della presenza fisica nelle classi;

b. la possibilità da parte degli alunni che ne facciano richiesta di continuare il percorso scolastico;

c. di salvaguardare e rispettare le scelte di tutti quei genitori che ritengono, in questa fase emergenziale, non opportuna la presenza fisica dei propri figli nella scuola.

La seconda richiesta, invece, riguarda la sicurezza sui luoghi di lavoro dei dipendenti comunali.

Oggi più che mai i nostri dipendenti comunali, risultano tutti fondamentali per l’importante e strategica attività amministrativa comunale.

Per tale ragione abbiamo chiesto, ove non già provveduto, a:

– installare, quale misura di prevenzione della diffusione del virus, dispositivi di rilevazione della temperatura corporea all’ingresso della sede comunale quali, ad esempio, termometri a infrarossi necessari ad intercettare, prima dell’accesso degli utenti, eventuali soggetti in stato febbrile potenzialmente positivi al COVID-19;

– dotare tutti i dipendenti comunali di sufficienti DPI e, ove possibile, di flaconcini di soluzioni disinfettanti per uso personale;

– predisporre screening periodici gratuiti a tutto il personale comunale in modo tale da ridurre sensibilmente le probabilità di estensione di eventuali contagi.

Credo fermamente che in questo momento storico Soverato necessita di scelte condivise e democratiche e non soluzioni autoritarie che addirittura privilegiano solo alcuni.

Tutti i consiglieri comunali, infatti, hanno il diritto-dovere etico e morale di impegnarsi per il bene della città, rimanendo concentrati su quelle che sono le reali e concrete criticità che avversano la nostra città e che preoccupano i nostri cittadini.

Non è più tempo di indugiare; i nostri cittadini pretendono e meritano risposte concrete ed immediate su problemi concreti e reali.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like