Genova. Cibo e vestiti per adulti e bambini, ma anche scarpe, materiale scolastico, scatolette e crocche per gli animali domestici di famiglia. E poi montagne di coperte per i gattili e i canili della città visto l’inverno particolarmente rigido.

Dopo la pausa estiva che un po’ tutto il Paese ha vissuto con la speranza della ripartenza e la ripresa della pandemia in autunno il gruppo Facebook Un pasto per tutti, nato ad aprile in pieno lockdown grazie a una ragazza di 30 anni, Vera De Falco, ha ripreso con slancio la sua attività di consegne solidali.

“Siamo ripartiti a inizio dicembre – spiega Vera – quando abbiamo cominciato nuovamente a ricevere segnalazioni e se l’attività non è intensa come questa primavera, ci sono molte persone che hanno perso il lavoro e famiglie numerose che riescono a mala pena a pagare l’affitto”.

Il gruppo è ancora ben strutturato: oltre a Vera, che è l’anima organizzativa e che in prevalenza si occupa delle consegne ovunque ce ne sia necessità sono in molti a darle una mano: “Non abbiamo più i referenti di zona in senso stretto – spiega – visto che ora c’è libertà di movimento in città ma sia per le segnalazioni sia per le consegne ci sono alcuni membri storici che partecipano attivamente”. E così tra le richieste alle consegne passano non più di una manciata di giorni.

I numeri del gruppo sono ulteriormente cresciuti da questa primavera: se nella fase del lockdown gli iscritti erano 2700 oggi sono oltre 3600, sintomo che la voglia di aiutare è ancora tanta, così come le persone in difficoltà che magari non possono o non se la sentono di chiedere aiuto alle associazioni e alle comunità che si occupano di fornire aiuti e pasti caldi ai chi non ha nulla, ma che hanno lo stesso bisogno di aiuto.

In questo periodo è nato anche un sottogruppo di Un pasto per Tutti che si occupa di supportare La casa del Re, un centro in via Pré due una coppia di volontari gestisce un ambulatorio e raccoglie e smista cibo e vestiario per neonati da zero e tre anni. La scorsa settimana è partita la prima raccolta: omogeneizzati, latti particolari per diete specifiche (e per questo spesso piuttosto costosi), succhi di frutta, il tutto in base alle richieste fornite dai volontari del centro.

The post Ripartono le consegne solidali di ‘Un pasto per tutti’: cibo e vestiti a domicilio per chi ha bisogno di aiuto appeared first on Genova24.it.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like