Sori. Sabato 30 gennaio alle ore 17 sarà sfida tra ripescate. Sia Sori che Padova infatti sono state promosse dopo la rinuncia alla Serie A2 di alcune squadre e proiettate in un’altra categoria. Entrambe erano prime nei rispettivi gironi di Serie B, ma questa è un’altra storia, appartiene al passato ormai.

Il presente vedrà di fronte due compagini alla ricerca dei primi tre punti in stagione, dopo aver perso entrambe all’esordio, contro De Akker Bologna e Torino 81.

“Servirà concentrazione dall’inizio – sottolinea mister Mattia De Ferrari – perché a Torino nel primo tempo abbiamo regalato quattro gol e sabato non potremo permettercelo”. In palio punti pesanti per togliere il segno zero dalla classifica e iniziare a muoversi verso l’obiettivo salvezza.

La Rari Nantes Sori incontra il Padova, composto da un blocco consolidato di ragazzi che giocano insieme da tanti anni. “Questa solidità è la loro arma in più e il loro tecnico lo conosco, siamo quasi coetanei e abbiamo giocato spesso contro. Anche l’anno scorso ci siamo sempre confrontati pur essendo in gironi diversi ma sabato entrambi vogliamo vincere”.

Una formazione esperta, che ha ritrovato dopo la parentesi in Spagna anche il suo attaccante principale, Matteo Savio. La squadra di Garibaldi ha un’ossatura di tutto rispetto, giocatori fisici, con tre centroboa di ruolo e diversi tiratori in rosa. Una formazione che non molla mai, come dimostra la partita contro la formazione bolognese dove i veneti, dopo una partenza difficile, hanno rischiato di ribaltare un risultato che sembrava ormai in cassaforte per gli ospiti.

De Ferrari parla anche del suo gruppo: “Abbiamo dei giovani in rosa che devono dare sempre di più e cresceranno insieme al gruppo, ma sono soddisfatto. Anche Rojas ha fatto la sua prima gara in granata, in queste partite dovremo essere bravi a sfruttarlo per le sue caratteristiche”.

Sono state due settimane complicate, con qualche defezione durante gli allenamenti e giocatori con pochi giorni per recuperare ma quella di sabato sarà il primo scontro diretto da portare a casa con attenzione e grinta, eliminando gli errori commessi a Torino.

Che Sori servirà quindi per battere il Padova? “Le partite non si vincono sulla lavagna tattica, non è Risiko. Servono presenza ed intensità negli allenamenti settimanali, fame e determinazione il sabato” conclude De Ferrari. Allora appuntamento a sabato 30 gennaio alla piscina comunale di Sori.

The post Sori, De Ferrari: “Per i tre punti servono fame e determinazione” appeared first on Genova24.it.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like