Titolo: La nave sepolta

Regia: Simon Stone

Durata: 112’

Genere: biografico, drammatico, storico

Interpreti: Carey Mulligan, Ralph Fiennes, Lily James, Johnny Flynn, Ben Chaplin

Programmazione: Netflix

Valutazione IMDB: 7.2/10

1939, in Gran Bretagna la guerra è alle porte. Basil Brown (Ralph Fiennes) è un addetto agli scavi archeologici che fin da bambino ha sempre inseguito il sogno di poter scoprire ciò che i nostri antenati hanno lasciato a testimonianza del loro passaggio. Un giorno lo studioso viene ingaggiato dalla giovane e benestante Edith Pretty (Carey Mulligan) per scoprire cosa si nasconde sotto dei tumuli presenti nei suoi terreni di Sutton Hoo, nella regione del Regno Unito del Suffolk. L’iniziale scetticismo e la riluttanza di Brown non gli impediranno di scoprire che i presentimenti della signora Pretty erano fondati e che sotto uno dei tumuli si trova il relitto integro di una nave funeraria anglosassone risalente al VII secolo.

Adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo tratto da un storia vera di John Preston, “La nave sepolta” (“The Dig” in originale) è una pellicola biografica che racconta ed approfondisce l’importanza del conoscere quanto più dettagliatamente il passato in modo da poter affrontare con maggiore giudizio e coscienza il futuro. La narrazione procede in modo tanto quieto quanto incessante, giocando continuamente con l’attenzione dello spettatore e lasciandolo spesso sospeso ed in bilico tra la gioia della scoperta del relitto archeologico e la delusione per l’ennesimo fallimento nella vita di Mr. Brown.

Per condurre le danze e tirare le fila di una storia ormai sconosciuta ai più vengono chiamati in causa i due candidati agli Oscar Carey Mulligan e Ralph Fiennes, pesi massimi assoluti della cinematografia mondiale, le cui vicende personali e sentimentali ben presto lasceranno spazio ad un quadro più ampio in cui, tristemente, il ritrovamento del reperto verrà ad incrociarsi con lo scoppio del secondo conflitto mondiale.

la nave sepolta

Grande attenzione durante la narrazione verrà data anche alla natura e al senso di pura incontaminazione che ad essa dovrebbe essere collegata, contrapponendola di peso alla distruzione portata dalla modernità, proponendo non di rado confronti violenti in cui macchine da guerra dominano su paesaggi bucolici, lasciando intendere un chiaro intento di ferma condanna verso coloro che anziché studiare la storia hanno preferito strumentalizzarla, cambiandola per fini personali.

Dramma biografico prodotto da Netflix, “La nave sepolta” è un’elegante cronaca mai sopra le righe con il chiaro intento di sensibilizzare lo spettatore riguardo ai rischi che corre chiunque dimentichi il proprio passato, ricordandoci anche come studiare storia sia un compito arduo da non poter sospendere nemmeno in periodi di guerra.

Battuta migliore: “Dai tempi delle prime impronte umane sul muro di una grotta, facciamo parte di qualcosa che continua”

L’articolo “La nave sepolta”: la vera storia degli scavi di Sutton Hoo sembra essere il primo su BergamoNews.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like