Termoli, controlli nei locali del centro

Termoli resta in zona rossa, ancora per altre due settimane, e il sindaco inasprisce le misure di contenimento per il virus che continua a colpire duramente la città. Stamane, 21 febbraio, il primo cittadino Francesco Roberti ha emanato una nuova ordinanza, la n. 66, che sarà valida fino al 3 marzo.

Vietato l’asporto, vietato commercio ambulante ai non residenti, sospese tutte le attività sportive, chiusi parrucchieri, barbieri ed estetisti. E vietate anche le messe in chiesa.

Sono queste le principali ‘mosse’ del sindaco di Termoli per arginare la diffusione del contagio. Anche ieri a Termoli si sono registrati 8 nuovi casi, ma molti di più nei giorni precedenti.

Quindi la scelta di emanare una nuova ordinanza, che segue quella di ieri sera del Governatore che proroga di due settimane la zona rossa, e che sarà valida da domani 22 febbraio fino al 3 marzo sull’intero territorio comunale.

In primis “è vietata la vendita per asporto di generi alimentari e bevande per bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie, trattorie, circoli, ecc. Resta consentita esclusivamente la vendita dei predetti generi e bevande con consegna a domicilio del compratore. E’ altresì disposta la chiusura di tutti i distributori automatici di cibi e bevande”

Consentita la vendita di prodotti agricoli, generi alimentari e prodotti florovivaistici sulle aree pubbliche, mercatali e non mercatali, esclusivamente agli spuntisti e ambulanti residenti nel Comune di Termoli. Non a chi proviene da fuori.

Sono sospese “tutte le attività sportive negli impianti e parchi pubblici, inclusi quelli in concessione, e nei circoli privati. Resta consentita l’attività motoria esclusivamente nei pressi della propria abitazione”.

Ancora, è vietato “consumare cibi e bevande su aree pubbliche o private ad uso pubblico, comprese piazze e ville comunali”.

“Per le attività di ricevitoria, lotto, superenalotto, totocalcio e similari è fatto divieto per i clienti di permanere all’interno dei locali al fine di attendere il risultato delle giocate; è altresì vietato sostare nei pressi delle suddette attività per la medesima finalità”

Sospese anche le attività di barbieri, parrucchieri e centri estetici.

Infine, “è disposto il divieto di celebrazioni liturgiche nelle chiese e nei luoghi di culto. I riti funebri sono consentiti esclusivamente presso la cappella del cimitero”.

ordinanza termoli zona rossa divieti

Nell’ordinanza si chiede agli organi di vigilanza e alla Forza Pubblica di effettuare i controlli e di fare osservare l’ordinanza. L’inosservanza dei divieti comporterà una sanzione che va da 400 a 3mila euro.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like