La corsa alla vaccinazione degli over 80 in Lombardia rallenta. “Tutto, purtroppo, come previsto”.

Emilio Didonè, segretario generale Fnp Cisl Lombardia sottolinea come “i numeri sono numeri, la matematica non è un’opinione. Sarebbe bastato fare due conti come hanno fatto i pensionati della CISL per capire subito come non fosse possibile garantire i numeri promessi da regione Lombardia”.

A pochi giorni dagli annunci roboanti del consulente Bertolaso, oggi regione Lombardia ammette ritardi negli appuntamenti dopo la registrazione di adesione, sia per le prime che per le seconde somministrazioni.

“Riceviamo molte telefonate di anziani che si lamentano perché non arriva il tanto atteso messaggino sul cellulare, promesso entro massimo 72 ore. Non si illudono le persone solamente per farsi belli e fare propaganda. Soprattutto gli anziani non se lo meritano, ma serve più rispetto per tutte le persone. E i numeri non cambiano sostituendo i dirigenti al welfare. Serva da lezione: meno conferenze stampa è più fatti concreti. Dopo tanti sacrifici, rinunce e responsabilità, i cittadini lombardi si meritano qualcosa di meglio sia dal punto di vista organizzativo che da quello dell’attenzione alla persona”.

Sono già 473 mila su una platea di 762 mila ultraottantenni quelli che hanno aderito e, tra questi, tanti quelli che sono in attesa di un sms che non arriva.
“Chiediamo a regione Lombardia e a tutti i protagonisti istituzionali più rispetto, più trasparenza, più buon senso”, conclude Didonè.

L’articolo Covid 19, rallenta la corsa al vaccino per gli ultra ottantenni sembra essere il primo su BergamoNews.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like