Giardini itineranti di Ripalimosani

Dopo la distribuzione dei mastelli e degli opuscoli con tutte le informazioni per la cittadinanza, da oggi a Ripalimosani parte la raccolta differenziata porta a porta. 

Ai residenti sono stati consegnati cinque i mastelli differenti, tutti provvisti di un microchip identificativo, da utilizzare in forma singola o condominiale. Inoltre a disposizione dei residenti c’è anche un’applicazione per smartphone con tutte le istruzioni sui giorni di raccolta. Con questo sistema è possibile chiarire anche eventuali dubbi sulla raccolta.

Con l’operazione di questi giorni tutto il paese è a regime in materia di smaltimento rifiuti in un’ottica di sostenibilità e di civiltà, così come da diversi anni fa la parte alta del paese, ossia le lottizzazioni al confine con Campobasso e la zona industriale.

Non è stato semplice, soprattutto in termini economici, raggiungere la diffusione della raccolta porta a porta su tutto il territorio comunale – spiega il sindaco Marco Giampaolo – Avere una zona industriale è una fortuna, un beneficio, ma anche un onere notevole in termini di gestione e soprattutto di investimenti. Aspettavamo i fondi necessari per concludere la copertura e con il tempo necessario, nonostante tutte le difficoltà del momento, ce l’abbiamo fatta”.

La sostenibilità è al centro degli obiettivi fondanti del Comune, che sul tema ha sempre investito sia nelle varie iniziative delle associazioni, sia nella scuola. La raccolta sostenibile è l’apice di un percorso sociale e culturale che si pone come meta di tutto questo percorso.

“Ringrazio di cuore sia gli operatori che saranno chiamati a ritmi completamente diversi da quelli avuti finora e tutti coloro che con coscienza e senso di civiltà non solo conferiranno nel modo giusto ma che con piccolissimi gesti aiuteranno il vicino o il parente a fare altrettanto – ha aggiunto il primo cittadino – Ci aspettiamo una prima settimana non semplice, ci aspettiamo proteste, richieste e lamentele. Ma siamo pronti a fornire tutti i chiarimenti del caso: è un momento di cambiamento, quindi di destabilizzazione, è normale. Ripa però saprà trovare la quadra e dimostrarsi come sempre un paese ‘avanti’. Io ho fiducia nei miei compaesani e ne sono certo. Per dirla con lo slogan che stiamo diffondendo sarà un comune che pensa, separa, ricicla. Buon lavoro a tutti: insieme si cresce!”.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like