Irpiniatimes.it

A Bellizzi Irpino, presso la casa ciecondariale, è terminato oggi un progetto sulla genitorialità promosso dal garante dei detenuti campano Samuele Ciambriello e realizzato in collaborazione dell’associazione “Social Skills”, tale inziativa ha visto coinvolti per diversi mesi 15 detenuti del nuovo padiglione.

Oggi, alla manifestazione di chiusura erano presenti la presidente dell’associazione Rossella Chiapparelli e la vicepresidente Simona d’Agostino, il direttore del Carcere Paolo Pastena, la vicedirettrice Laura Abruzzese, il comandante Attilio Napolitano e ovviamente Ciambriello.

Per la vicepresidente dell’associazione Simona d’Agostino è stata una magnifica avventura: “Questa esperienza è stata un qualcosa che ci ha arricchito. Il progetto è stato rivolto ad un gruppo di detenuti padri, che sono stati coinvolti in un percorso di consapevolezza della propria vita affettiva e relazionale, attraverso un approccio autobiografico, affinché potessero affrontare meglio una genitorialità fatta, inevitabilmente, di rinunce e di distanza”.
Ha concluso la manifestazione il garante Samuele Ciambriello: “Questo progetto, ha proseguito la linea di un altro già fatto per la sezione femminile del carcere, poiché penso che il tema della genitorialità faccia recuperare responsabilità e speranza. Mi auguro che il Ministero della Giustizia e l’amministrazione penitenziaria, d’intesa con le amministrazioni locali, gli enti del terzo settore, mettano in campo anche nella provincia di Avellino, senza enfasi, progetti di inclusione sociale e socio lavorativi evitando così le recidive e diminuendo l’insicurezza dei nostri quartieri e delle nostre città”.

Prima di andare via, Ciambriello ha donato ai detenuti mascherine e libri.

L’articolo Genitorialità, bella iniziativa nel carcere di Bellizzi Irpino proviene da irpiniatimes.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like