(ANSA) – PECHINO, 23 FEB – La Cina si oppone con forza e presenta proteste formali al Canada contro la mozione approvata dalla Camera dei Comuni che definisce “genocidio” le politiche di Pechino nello Xinjiang, insieme alla richiesta di ritiro dei Giochi olimpici invernali di Pechino 2022. “I fatti hanno dimostrato che non c’è genocidio”, ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, secondo cui si tratta di “una bugia inventata dalle forze anti-cinesi, una ridicola farsa per diffamare la Cina. La palese politicizzazione dello sport di alcuni politici canadesi viola lo spirito delle Olimpiadi e danneggia gli interessi degli atleti”. (ANSA).

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like