Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

La Regione Puglia sta programmando le vaccinazioni anti-Covid al personale dell’amministrazione penitenziaria e ai 623 detenuti nelle carceri e negli istituti di pena della provincia di Bari.

Il personale, 730 lavoratori in totale, è quello in servizio nelle carceri di Bari, Turi, Altamura, nel Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria, nell’Ufficio per l’esecuzione penale esterna, nel Centro giustizia minorile e nell’istituto penale minorile Fornelli di Bari. Di questi 730, dieci rientrano nella categoria delle persone con aumentato rischio clinico se infettate dal Covid che necessitano di vaccino ‘mRna’.

Stando ad una circolare firmata da Nicola Buonvino, responsabile del servizio di Assistenza sanitaria penitenziaria, e trasmessa al provveditore dell’Amministrazione penitenziaria della Puglia per una ricognizione del personale e dei detenuti in vista della programmazione del piano vaccinale nelle carceri del territorio, da domani saranno distribuite a tutti gli operatori le schede anamnestiche per poter identificare e dettagliare al meglio le persone che rientrano nelle categorie fragili.

I detenuti da vaccinare nei quattro istituti del Barese (la casa circondariale e il minorile Fornelli di Bari, le case di reclusione di Turi e Altamura) sono 623, di cui 243 “fragili” (190 a Bari, 15 a Turi e 38 ad Altamura).

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like