È proseguita senza criticità la prima giornata di campagna vaccinale nel comune di Manoppello. Ieri pomeriggio, martedì 3 marzo, negli ampi locali a piano terra della scuola primaria di via Staccioli, è stata somministrata la prima dose di vaccino anti Covid “Moderna” a 120 ultraottantenni residenti. Oltre ai grandi anziani, sono stati vaccinati anche 20 rappresentanti delle forze dell’ordine tra Carabinieri e Carabinieri Forestali, con vaccino “AstraZeneca”.

Tra le prime vaccinate di Manoppello, che si erano registrate sulla piattaforma regionale, inviando apposita manifestazione d’interesse, ci sono tre donne: Ninetta Scurci di 86 anni, Angela Zappacosta che ha ne 89 anni ed Adriana Blasioli di 81 anni.

Il grande parcheggio esterno, gli spazi ampi, i locali idonei e sanificati, le sale d’attesa spaziose per la sorveglianza post somministrazione del vaccino, hanno consentito che tutto si svolgesse per il meglio.

Due le linee di vaccinazione, ciascuna con un medico ed un infermiere della ASL di Pescara che hanno somministrato il vaccino. Con loro anche gli amministrativi addetti alle registrazioni, coadiuvati dai volontari dal Gruppo Alpini – Protezione civile di Manoppello coordinati da Antonio Iezzi. 

A vigilare sulle operazioni c’era il dottor Roberto Salerni, direttore sanitario dell’ospedale di Popoli.

 “Per molti anziani, l’appuntamento con la campagna vaccinale è stato anche un modo per uscire ed incontrare coetanei che non vedevano da tempo – hanno raccontato il sindaco Giorgio De Luca e l’assessore alle Politiche Sociali Giulia De Lellis – abbiamo apprezzato molto il loro entusiasmo, un segno di speranza in questo momento difficile. I nostri grandi anziani hanno sempre molto da insegnarci. Tutto ha funzionato come previsto, grazie ad una collaborazione tra il Comune, Asl e volontari, che ringraziamo. Sabato 6 marzo si replica, in attesa di avviare il centro vaccinale per le vaccinazioni di massa nella palazzina della Regione all’Interporto d’Abruzzo”.

Ulteriori 120 ultra over 80 di Manoppello, che saranno raggiunti telefonicamente dai dipendenti dei Servizi Sociali in queste ore per le comunicazioni, verranno vaccinati sabato 6 marzo. A loro si aggiungeranno anche 30 ultraottantenni residenti a Rosciano.

Per le vaccinazioni domiciliari si attendono indicazioni da parte della Asl competente.

Inoltre da lunedì 8 marzi tornerà operativo, dopo la riapertura della piattaforma della Regione, lo sportello di supporto ed assistenza agli anziani ultraottantenni e alle persone con disabilità e fragilità per iscriversi alla campagna di vaccinazione. Ci si potrà, dunque, rivolgere all’Ufficio Servizi Sociali, chiamando ogni Lunedì- Mercoledì – Venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00, oppure si potranno direttamente chiamare le assistenti sociali del Comune Dott.ssa Sabrina Pelaccia – 3471524562 e Dott.ssa Maria Potere – 3480217256

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like