(ANSA) – GENOVA, 08 MAR – Dopo 15 anni di persecuzioni e violenze subite dal marito si risposa e chiama come testimone di nozze la agente che tre anni fa l’ha salvata. La poliziotta, Simona Pappalardo, in servizio alle volanti della questura di Genova, ha aiutato la donna a denunciare, ma anche l’ex accompagnandolo in un percorso di riabilitazione. L’uomo ha accettato la separazione, permettendo così le nuove nozze.

Le vessazioni erano iniziate subito dopo il matrimonio tra i due. Il marito aveva iniziato a manifestare gelosia morbosa con aggressioni fisiche, verbali e psicologiche. Dopo una lite le disse “denunciami, così mi salvi”. Poco dopo, tre anni fa, a relazione finita l’uomo le mandò la foto di una pistola con un proiettile e una donna intubata su un letto di ospedale. E scattò la denuncia.

L’ agente, campionessa di arti marziali e prima poliziotta a Genova a usare il taser, è intervenuta e ha preso a cuore la vicenda. È così iniziato un percorso di riabilitazione per lui e di rinascita per lei, con sempre la poliziotta vicino, anche nei giorni in cui non lavorava. Nei giorni scorsi la donna ha mandato un messaggio al suo angelo custode: “Mi sposo, vuoi farmi da testimone?”. Una proposta che Pappalardo ha accolto.

(ANSA).

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like