Chi oggi vive a Tavernola, Vigolo, Parzanica e in tutti i comuni che si affacciano sul lago d’Iseo teme che prima o poi la frana dal Monte Saresano si stacchi e crollando travolga le vite di intere comunità. Ciò di cui ha ancor più paura, però, è che nell’attesa di un simile evento ci si dimentichi di chi questa paura la sta vivendo, ormai a periodi intermittenti da decenni. I bisogni della gente del lago di riprendersi la propria serenità, nonché quello di mantenere alto il livello d’attenzione per quanto sta succedendo sono stati intercettati dall deputato 5 Stelle Devis Dori e dall’attore Alessio Boni.

Insieme i due hanno deciso di lanciare una campagna di sensibilizzazione per il Sebino attraverso la diffusione di un hashtag: #SalviamoilLagoDiseo. Un’azione tanto semplice quanto di una portata potenzialmente grandissima, con un solo obiettivo: convincere a intervenire prima che sia troppo tardi. “In questa vicenda – scrive Devis Dori – tutti possono e devono fare la loro parte, nessuno escluso. La politica ha il dovere di individuare le soluzioni e di portarle a compimento. Ma anche ogni cittadino può fare molto, tenendosi informato, continuando a parlarne e diffondendo sui social questo hashtag per evitare che in breve tempo tutto venga dimenticato, ignorando gli ulteriori preoccupanti segnali che il Monte Saresano ci sta mandando. Sta a noi finalmente avere il coraggio di ascoltarlo”.

Politica, cultura e società civile impegnate in una battaglia mediatica. Ma come si può aderire quindi, e cosa può fare ciascuno nel proprio piccolo? “Chiediamo a tutti di partecipare, scrivendo su un foglio l’hashtag #SalviamoilLagoDiseo, scattandosi una fotografia col foglio in evidenza, pubblicando la foto sui propri profili Facebook e Instagram, aggiungendo nel post l’hashtag #SalviamoilLagoDiseo e il tag @SalviamoilLagoDiseo”.

L’appello vuole arrivare a ogni abitante del Sebino, ma non solo, perché Dori e Boni si rivolgono a ogni bergamasco, ad ogni lombardo, ad ogni cittadino italiano che abbia a cuore lo spettacolo di luci e colori, di sentieri e di acque del bacino. A tutti si chiede di fare passaparola con familiari e amici per espandere il più possibile la campagna di sensibilizzazione, con il consiglio di aggiungere l’hashtag #SalviamoilLagoDiseo e il tag @SalviamoilLagoDiseo in tutti i post in cui si parla, si pubblicano foto, si riportano notizie e aggiornamenti in tema.

La frana del Monte Saresano è una questione oramai di rilievo nazionale. Non soltanto perché della sua pericolosità si sta discutendo (e si discuterà) in Parlamento. Anche per la fortissima vocazione turistica del Sebino, perla paesaggistica e propulsore dell’economia lombarda, che tuttavia sta già facendo registrare un calo nelle prenotazioni per la bella stagione.

Ma non va dimenticata l’importanza del lago d’Iseo in previsione di uno degli appuntamenti più importanti della sua storia: il 2023, quando Bergamo e Brescia saranno le capitali italiane della cultura. “Il lago di Iseo – conclude Dori – rappresenta il confine geografico tra le province di Bergamo e Brescia e quindi simbolicamente unisce le due città che saranno capitali italiane della cultura nel 2023, quando tutta Italia avrà l’occasione di ammirare le nostre bellezze artistiche e paesaggistiche. Il lago di Iseo è un gioiello che non appartiene solo a Bergamo e a Brescia, ma a tutti gli italiani”.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like