Generico aprile 2021

Sono arrivati con i loro furgoni e hanno attraversato corso Mazzini a Catanzaro, per protestare con i clacson a distesa contro la chiusura dei mercati rionali che a causa della pandemia non sono più stati riaperti a pieno regime dallo scorso marzo. E’ andata in scena nel capoluogo la protesta di un centinaio di ambulanti che hanno deciso di manifestare aderendo alle iniziative che in questi giorni si stanno tenendo in tutta Italia.

“Siamo arrivati alla fine – hanno spiegato gli ambulanti presenti alla manifestazione – non ce la facciamo più, anche perché nel Dpcm noi non rientriamo per il governo tra coloro che lavorano all’aperto e questa è una incongruenza. Noi possiamo lavorare seguendo tutte le normative anti Covid e non riusciamo a capire perché è da un anno che non siamo più riusciti a riprendere l’attività, al di là dei vaccini che devono essere fatti velocemente. Mercati chiusi, ristori che non arrivano, vaccinazioni lente – hanno detto ancora – la gente è esasperata”.

Partendo dal centro storico di Catanzaro poi il corteo degli ambulanti è arrivato davanti alla sede della Cittadella regionale dove telefonicamente hanno sentito il presidente facente funzioni Nino Spirlì. “Entro venerdì vogliamo avere dei risultati – hanno detto – ognuno pensa al proprio pane. Altrimenti da lunedì tutti insieme scenderemo ciascuno a fare il nostro lavoro aprendo i mercati come se nulla fosse”. (ANSA).

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like