Matteo Ribon

Matteo Ribon (Cna Veneto): «Auspichiamo che si possa iniziare a programmare una graduale ma definitiva apertura in sicurezza».

Marghera, 16 aprile 2021 – Dal 26 aprile bar e ristoranti aperti a pranzo a cena, riapertura di tutte le scuole, in presenza nelle zone gialla e arancione, mentre in zona rossa in parte in presenza e in parte a distanza. Lo ha anticipato il premier Mario Draghi, precisando che la  zona gialla avrà un cambiamento rispetto al passato, infatti verrà data la precedenza all’attività all’aperto.

Decisi i nuovi colori delle regioni per il calendario delle riaperture. Una speranza in più per il Veneto che se da oggi resta ancora in zona arancione, ha già da ora ha i parametri per la zona gialla.

«Davvero auspichiamo che si possa iniziare a programmare una graduale ma definitiva apertura in sicurezza – commenta Matteo Ribon Segretario di CNA Veneto- . Accogliamo con ottimismo le nuove misure decise dal Premier sperando che garantiscano il prima possibile il ritorno ad una nuova normalità per quei comparti, come la ristorazione e la filiera degli eventi che sono stati davvero i più colpiti dalle misure restrittive imposte dalla pandemia e che, ora allo stremo, devono poter ripartire. Naturalmente le riaperture devono essere accompagnate dal progressivo aumento delle vaccinazioni e dal rispetto delle regole di sicurezza condivise e dai comportamenti nei contesti sociali, a prescindere dal luogo e dalle tipologie delle attività»

 

Share

L’articolo Dal 26 aprile le zone gialle aprono la ristorazione all’aperto proviene da Bellunopress – Dolomiti.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like