Un tempo giudicate inguaribili, le malattie neoplastiche delle cellule staminali emopoietiche sono attualmente curabili. Continuano le giornate di sensibilizzazione e prevenzione della ODV Una stanza per un sorriso.

Mercoledì 21 aprile alle 17, sul canale YouTube Studenti Cagnazzi, la Rete della Solidarietà, che coinvolge le scuole secondarie di secondo grado di Altamura e dei comuni pugliesi limitrofi e da anni è in stretta collaborazione con l’associazione Una stanza per un sorriso, approfondisce il tema “Linfomi e leucemie in età giovanile: nuove sfide in campo diagnostico e terapeutico”.

Affiancati alla regia dalla presidente Rosanna Galantucci, tre i relatori. Il prof. Attilio Guarini (Direttore di Ematologia dell’Oncologico di Bari), il dott. Giovanni Dirienzo (Responsabile Patologia Clinica di Altamura) e il prof. Biagio Clemente (Dirigente scolastico capofila della rete). In collegamento anche la dottoressa Serenella Varrese, dell’Istituto Comprensivo Mantova 3.

Le patologie oncoematologiche registrano ogni anno quasi 40mila nuove diagnosi ma, grazie alla prevenzione e alla maggiore adesione ai programmi di screening, Una stanza per un sorriso sogna una vita migliore per i pazienti e reclama una capillare azione di profilassi a tutela della salute.

L’articolo ‘Una stanza per un sorriso”, online il 21 aprile La rete della solidarietà per parlare di linfomi giovanili proviene da Telebari.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like