Irpiniatimes.it

La Scandone Avellino in Puglia per regalarsi un’altra sodisfazione, vincere al PalaFiom di Taranto.

Partita in equlibrio quella del primo periodo, con i tarantini in palla con Morici e Matrone che, firmano il primo brek di 6-0. I pugliesi, poi si esaltano e, costringono Robustelli alla chiamata del timeout. Avellino esce bene dal minuto di sospensione e, risponde con cinque punti in fila con Trapani e Riccio. Il primo quarto termina così 20-15.

Nel secondo, la Scandone sembra più pimpante e sigla uno 0-8 di parziale con il duo Trapani-Ani. Riccio in contropiede mette al freccia con il 20-23. Timeout stavolta per coach Olive. Come per i lupi, anche la CJ trae giovamento dal minuto di sospensione e riesce a trovare una buona continuità a canestro con Matrone che al 20′ è il miglior realizzatore della contesa. Si va all’intervallo lungo sul 37-32.

Ani risponde ai canestri dei padroni di casa tenendo Avellino a -5 ad inizio terzo quarto, ma poi si scalda troppo e si becca un antisportivo evitabilissimo mandando Stanic in lunetta, il capitano del Cus Jonico raccoglie solo un punto però. Taranto spara a salve, Marra realizza altri tre punti, punti che portano in vantaggio la Scandone di due (42-44) al 23′. Matrone sigla il nuovo pari, ma Marra è scatenato e porta addirittura Avellino sul più otto (44-52) al 26′. Stanic e Diomede firmano un sette a zero di parziale che rimette tutto in discussione,  Sousa commette antisportivo su Duranti che sigla il pari (52-52) al 29′. Alla fine sono Morici e Duranti a firmare il 59-55 che separano i roster dall’ultimo intervallo.

Matrone inchioda il canestro con una schiacciata poderosa, Taranto prova a scappare, Monina non ha la mano calda, sbaglia i tre liberi del possibile meno uno. Stanic ancora a bersaglio per la CJ Taranto, Avellino torna in gara con Marra dopo che i padroni di casa hanno toccato anche i dieci punti di vantaggio. Anche Riccio è in scia di Marra e, Avellino è a meno quattro, ma ancora una volta Stanic e Duranti spingono gli jonici sul più sette (73-66) al 38′. Costa va a segno ma è troppo tardi, Morici è freddo dalla linea della carità. Finale convulso, tecnico fischiato a Robustelli in panchina ed anche a Marra. Finisce 81-73. Una sconfitta che pesa per la Scandone che ora deve confidare nei playout per ottenere la salvezza nel campionato di serie B di basket.

L’articolo Basket, alla Scandone non riesce l’impresa. A Taranto finisce 81-73 proviene da irpiniatimes.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like