Marco Ribetto è un sopravvissuto. Il 3 maggio ’45 sua madre, al quarto mese di gravidanza, è stata sfiorata alla testa da una pallottola  e subito dopo tutta la sua famiglia è stata messa al muro dai tedeschi durante i rastrellamenti nelle fabbriche della Zona industriale

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like