Tre paletti parapedoni abbattuti, insieme al cartello di segnaletica verticale che indica il divieto di transito per veicoli con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate e altezza superiore a 3,5 metri.

È il bilancio dell’incidente verificatosi nella notte tra sabato 1 e domenica 2 maggio nel tratto finale di viale Vittorio Emanuele II a Bergamo, poco prima dell’ingresso di Porta Sant’Agostino.

Sconosciuta, al momento, la dinamica anche se il risultato lascia presumere che il mezzo responsabile dei danni procedesse a velocità sostenuta: la Polizia Locale, che in quel momento non si trovava in servizio, ha trovato sul posto alcuni cocci e un pezzo di fanale anteriore di un’auto, presumibilmente di colore nero che dopo lo schianto si è allontanata come se nulla fosse.

Al momento è stata solamente fatta la notizia di reato contro ignoti: ora si proverà a cercare qualche indizio sull’accaduto visionando le telecamere di sorveglianza presenti in zona.

L’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Bergamo Marco Brembilla fa sapere che i paletti dissuasori e il cartello stradale verranno ripristinati nel più breve tempo possibile.

 

 

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like