GOLLINI 4: A metà strada, con una disastrosa uscita lontano dall’area su Boga, va a cercarsi il rosso che il Var conferma. Suicidio che costringe la squadra con l’uomo in meno per 50 minuti.

SPORTIELLO (Dal 23′ pt) 6: Lo salva Gosens e il fallo fischiato dopo essersi fatto scavalcare da un pallonetto di Boga. Con i piedi anche lui è sempre un rebus nelle poche occasioni a cui è stato chiamato a intervenire.

TOLOI 6: Il contatto su Boga è lieve, Pairetto non è amico del Gasp e vede il rigore. La prestazione sembra condizionata dall’episodio.

PALOMINO (Dal 33′ st) S.V.

ROMERO 7: Prende presto un calcione alla caviglia dal solito Berardi degli avvii. Stringe i denti e dalle sue parti non passa nessuno, ne risente il suo apporto negli inserimenti che mancano perché con l’uomo in meno non si rischia.

DJIMSITI 7: Umiltà al potere, in giro ci sono pochi difensori così duttili. Grande chiusura su Obiang al 19’ a stoppare una possibile occasione.

HATEBOER 6,5: Ha voglia, con il motore non al massimo, frega Zapata che aveva raddoppiato con una spizzicata di testa ma in fuorigioco. Il suo sinistro al 12’ del secondo tempo esalta Consigli, ma se la dava in mezzo era una opportunità senz’altro migliore.

DE ROON 7: Un leone, quando la squadra rimane con l’uomo in meno si immedesima sulle barricate fino a tentare un “golasso” con un tiro da metà campo che non sorprende Consigli.

FREULER 6,5: Dinamismo nascosto, garanzia per l’assetto tattico e lo trovi ovunque, perde una palla che per fortuna Berardi spreca davanti a Sportiello, poi ritorna il solito Remo.

GOSENS 6,5: Tarantolato, è il più lesto a sfruttare l’assist di Malinovskyi. Sempre pronto a inserirsi, dimostra una ritrovata condizione fisica.

PESSINA S.V.: La pedina che ha cambiato il campionato deve uscire per fare posto a Sportiello. Un riposo in più post Covid.

MALINOVSKYI 7,5: È il più cercato dai compagni, anche dagli avversari quanto a colpi proibiti che causano il giallo a Locatelli e Ferrari appena entrato. Dispensa assist a ripetizione, di gran lunga il migliore anche perché non si prende pause.

ZAPATA 7: È più rigore su di lui la trattenuta di Locatelli al 15’, rispetto alla venialità di Toloi. Esce sconsolato dopo avere lottato da solo contro la difesa del Sassuolo. Encomiabile.

MURIEL (Dal 15′ st) 5: Prende il rigore e lo calcia con troppa leggerezza, sulla ribattuta scivola pure quando potrebbe tranquillamente metterla dentro. Giornata da dimenticare.

 

GASPERINI 7: Se la squadra sta bene fisicamente non è solo merito suo, vale un tributo allo staff. De Zerbi non sarà simpatico ma ci prova sempre, trova l’aiuto di Gollini e anche del Muriel dal dischetto. Aggiungici un arbitraggio discutibile, non per l’espulsione di Gollini ma per il diverso metro di giudizio nelle occasioni da rigore in area. La trattenuta su Zapata al 15’ del primo tempo è solare rispetto a quella di Toloi. Sprecata una occasione anche per il pareggio del Napoli, con il conforto che la squadra ha tenuta fisica e grande personalità e il punto potrebbe diventare comunque utile.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like