La stagione ciclistica bergamasca si è aperta nel segno di Alessandro Romele.

Il 17enne di Lovere si è imposto davanti al proprio pubblico aggiudicandosi la quarta edizione del Gran Premio “Città di Treviglio” dedicato alla categoria juniores.

Fresco di conquista del titolo regionale studentesco, il portacolori della Ciclistica Trevigliese ha concesso prontamente il bis in una gara rimasta incerta sino agli ultimi chilometri.

La prova, 6,4 chilometri da ripetere per quattordici volte, si è accesa attorno al terzo giro quando lo stesso Romele ha allungato raggiungendo al comando Riccardo Cirillo (GB Junior Team).

In grado di mantenere un discreto vantaggio per diversi giri, il duo è stato raggiunto da un gruppetto più folto composto da circa dodici corridori che sono riusciti a guadagnare un vantaggio massimo di trenta secondi.

Dopo esser stati raggiunti a circa dodici chilometri dal traguardo, il giovane orobico ha riattaccato nuovamente durante l’ultimo passaggio del circuito avvantaggiandosi in compagnia di Manuel Oioli (Us Bustese Olonia Team Bike Tartaggia),Daniel Polato (G.c. Feralpi Group Asd), Filippo Borello (GB Junior Team), Ivan Valinotto e Edoardo Re Sartò (Energy Team).

Nonostante i tentativi di chiudere il gap da parte del gruppo, i battistrada hanno saputo lanciarsi compatti verso lo sprint che ha visto Romele precedere di pochi centimetri lo scalatore novarese e il passista bresciano.

“Non mi aspettavo di vincere di nuovo perchè la gara di ieri si faceva sentire nelle gambe, tuttavia ci ho provato sin dall’inizio in quanto non volevo attendere la volata – ha spiegato Romele dopo l’arrivo -. Devo ringraziare i miei compagni che hanno provato ad entrare in tutte le fughe sin dal primo chilometro e per questo sono orgoglioso di far parte di questa famiglia”.

Chi ha sempre creduto nelle potenzialità del talento rivierasco è stato il patron della Ciclistica Trevigliese Marco Taddeo che si è lasciato andare a un urlo liberatorio poco l’arrivo dei corridori: “Finalmente Alessandro sta raccogliendo quanto si merita. Sono sicuro che non sia finita qui”.

Amarezza emerge infine nelle parole di Manuel Oioli che sul rettilineo di via Redipuglia ha colto l’ennesima piazza d’onore di questo inizio di stagione.

“Non mi aspettavo di far così bene perchè sono particolarmente forte in salita e sugli strappi – ha sottolineato il piemontese -. Sono soddisfatto soltanto in parte perchè non sono ancora riuscito a trovare la vittoria in questo 2021 per motivi diversi. L’importante è mantenere sempre alto il morale ed esser sempre costanti, poi prima o poi il successo arriverà”.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like