“I cittadini fanno bene a segnalare alcune disfunzioni, ma io allo stesso tempo ho il diritto e il dovere di far conoscere quelle che sono le attività in essere ed i motivi di eventuali ritardi di cui, naturalmente, vi chiedo scusa”. Così il sindaco di Mola, Giuseppe Colonna, in un post pubblicato sui social. Il tema della discussione è il cimitero comunale.

“I mesi di marzo e aprile sono stati duri per la nostra città, investita dalla terza ondata dell’epidemia – scrive il primo cittadino -. I numeri, come sempre, non mentono. Nel solo mese di aprile ci sono stati 48 decessi, alcuni dei quali per Covid. Comprenderete quindi – spiega Colonna rivolgendosi ai propri concittadini -come le attività anche dei servizi cimiteriali siano fortemente in affanno e per questo voglio ringraziare gli uffici comunali e gli addetti dell’impresa che lavorano quotidianamente e senza sosta”.

“Ieri, così come da programma, sono stati avviati gli interventi di pulizia del verde che nelle prossime ore verranno completati – conclude il sindaco -. Il cimitero comunale è un luogo che sta a cuore a tutti. Per questo, nei mesi scorsi, abbiamo avviato alcuni lavori di adeguamento ed altri contiamo di completarli durante l’anno”.

L’articolo Mola, attività dei servizi cimiteriali in affanno. Il sindaco chiede scusa e spiega: “Solo ad aprile 48 decessi” proviene da Telebari.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like