CAGLIARI. La seconda settimana consecutiva in zona arancione non sarà abbuonata alla Sardegna. Dal 10 al 16 maggio il colore rimarrà lo stesso. Un ripensamento in corsa del ministero della salute è molto difficile. C’è stato in passato, ma stavolta è improbabile: l’Istituto superiore di sanità avrebbe posto un veto insuperabile. Il giallo, invece, dovrebbe scattare da lunedì 17. Però tutto dipenderà dal prossimo verdetto – sarà venerdì pomeriggio – del Comitato tecnico scientifico sull’andamento dei contagi. Gli ultimi numeri del bollettino regionale fanno ben sperare: il giallo è sempre più vicino, ma non da subito. In ogni caso, nel confronto dell’altra sera durante la commissione salute della conferenza Stato-Regioni, l’assessore alla sanità, Mario Nieddu, ha insistito: «Va cambiato il criterio dei colori, legato ad alcuni indici, va cambiato. In queste ultime settimane, la Sardegna è stata penalizzata. Pur avendo da tempo numeri da zona gialla, è finita in arancione prima, rosso poi e di nuovo in arancione per quasi due mesi». È uno squilibrio evidente, ha ribadito Nieddu, e che se si ripetesse da giugno in poi, potrebbe essere deleterio in piena stagione turistica. Così la Sardegna ha rilanciato questa proposta: «Il sistema dei colori va corretto al più presto».

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like