LA MADDALENA. I consiglieri comunali di “Progetto Isole” e “La Maddalena domani” vanno all’attacco contro gli aumenti della Tari (tassa rifiuti) decisi dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Fabio Lai.

Un obbligo di legge, aveva spiegato la maggioranza in sede di bilancio, come richiesto dall’Arera. Una petizione con 1500 firme con cui veniva chiesto al Comune di spalmare gli aumenti su tutte le categorie e nel tempo, per pesare meno sulle tasche delle famiglie, non è stata presa in considerazione.

«Dal Sole 24 ore – contestano attraverso una nota i consiglieri Annalisa Gulino, Alberto Mureddu, Manila Salvati e Rosanna Giudice – leggiamo che il 79% dei comuni italiani non ha applicato la delibera Arera che prevede gli aumenti; il 21% la ha applicata e di questo 21% solo il 58% ha avuto un aumento medio del 3,8%, mentre il restante 42% ha avuto una riduzione o nessun aumento. Nel nostro comune gli aumenti sono arrivati anche al 40%. Non è stata data nessuna risposta su eventuali conguagli che incidano sulla Tari. Questa amministrazione è riuscita ad aumentare le bollette Tari nonostante i risparmi legati alla costituzione di Maddalena Ambiente che costa meno della precedente società privata».
 

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like