Nella giornata di ieri, a Salerno, è stato compiuto un fatto al limite dell'inverosimile. La figlia diciottenne di Gianluca Grassadonia, mister del Pescara, è stata aggredita a calci e pugni da alcuni facinorosi sotto la propria abitazione nell'omonima cittadina campana. E' la madre Annabella Castagna, moglie di Grassadonia, a spiegare su Facebook la drammatica situazione: “Dopo cinque giorni di minacce dirette alla nostra famiglia, quest'ultima follia è intollerabile. Nostra figlia è stata aggredita con spintoni e calci affinché il papà capisca… tutto questo per una partita di calcio. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno mostrato solidarietà, ma mi sembra chiaro che ora più che mai la nostra vita… Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like