Dal 1° luglio duemila famiglie solo a Bari, diecimila in tutta la Puglia rischiano di restare senza un tetto. Sta per scadere lo stop agli sfratti esecutivi emessi prima della pandemia, parliamo di famiglie già in difficolta e che il Covid ha impoverito ulteriormente. Una vera e propria bomba sociale che rischia di esplodere, per questo il Sunia ha chiesto un incontro al Prefetto, invocando anche collaborazione tra Comune e Regione.

Il sindacato degli inquilini punta anche l’indice contro i proprietari che godono di agevolazioni assicurate dal Comune di Bari, uno dei pochi a garantire un canone agevolato dell’Imu al 3% o la cedolare secca al 10%.

Il comparto scenderà in piazza a Roma il 24 giugno per sensibilizzare il Governo che ha stanziato solo 210 milioni di euro, 8 toccherebbero alla Puglia. “Troppo pochi – commenta il segretario regionale del Sunia Nicola Zambetti – servirebbero a soddisfare solo il fabbisogno di Bari”.

L’articolo Bari, da luglio 2mila famiglie a rischio sfratto. Sunia: “Affitti troppo alti ma povertà in aumento” proviene da Telebari.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like