Treno Fal

I sindacati Usb Lavoro Privato Puglia e Basilicata e Faisa Confail hanno organizzato un presidio, in programma per il 14 giugno, nel piazzale antistante il terminal Gallitello a Potenza, dalle 11 alle 13, per protestare contro la gestione della Ferrovie Appulo Lucane.

In una nota, i segretari delle sigle promotrici, Laterza, Di Stasio e Nicorvo, spiegano: I più recenti avvenimenti che stanno interessando le Ferrovie Appulo Lucane, Società con socio unico al 100% il Ministero dei Trasporti, stanno evidenziando carenze e criticità soprattutto gestionali.

Questi alcuni risultati degli ultimi 10 anni di gestione dell’attuale management che interessano le linee ferroviarie lucane: tempi di percorrenza sulla tratta ferroviaria Bari – Potenza di circa 4 ore e 30 minuti; Treno Stadler SB8 (uno dei nuovi convogli ferroviari acquistati nell’ambito del Po Fesr 2007-2013) fermo dal mese di maggio 2019 presso il terminal del Gallitello; linea ferroviaria San Nicola – Avigliano Scalo interrotta da 8 anni; stazione di Avigliano Città impresenziata; la linea ferroviaria San Nicola – Genzano isolata dalla restante rete ferroviaria Fal; la stazione di Matera Centrale senza personale Fal in front-office.

Tutti risultati-aggiungono i rappresentanti sindacali- che non hanno impedito al management di elargire, a partire dal mese di luglio 2020 nonostante la crisi economica subita dalla pandemia Covid19 (nel solo mese di aprile 2020 le Fal subivano perdite mensili pari a 600.000 Euro) un cospicuo aumento salariale ai Dipendenti “Quadro” e di fissare per i quatto Dirigenti degli obiettivi molto discutibili ai fini della retribuzione incentivante (una retribuzione aggiuntiva pari al 10% della retribuzione fissa lorda annuale).

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like