papa

’Il momento indimenticabile è stato quando Papa Francesco, con la sua consueta bonarietà e dolcezza, poggiando la mano sulla penna che ho realizzato per lui mi ha detto sorridendo: ‘Lei è un vero artista’. Non potrò scordare i suoi occhi e quello che mi ha trasmesso’’.

Commenta così, ancora scosso dai sentimenti provati e da tutto quello che l’incontro con Papa Francesco è riuscito a trasmettergli Francesco Scarpino, l’artista del legno che da Catanzaro e dalla sua officina d’arte nel cuore del centro storico è partito ieri alla volta del Vaticano (Leggi qui).
Ricevuto, nella consueta udienza del mercoledì, dal Santo Padre per consegnare nelle sue mani l’opera a lungo pensata, ragionata, sentita e poi manualmente fatta: una penna stilografica.

E proprio al Vaticano la sua opera è stata dettagliatamente valutata e poi molto apprezzata. Tanto da ritenere che potesse essere consegnata in dono al Papa. E non solo. Si apprende infatti che è già partita l’ordinazione, sempre da parte del Vaticano, di 15 nuove penne sempre ‘made’ Iointagliolegno in Galleria Mancuso a Catanzaro e destinate a eminenti personalità religiose della Chiesa orientale, questa volta come dono del Santo Padre.


Doni sacri che divengono veicoli di nuovi doni sacri. Da Catanzaro fino al Vaticano.
Sono stato seguito durante il cerimoniale – prosegue il racconto – da monsignor Leonardo Speranza, che potremmo definire ‘braccio destro’ di Papa Bergoglio.

Ho ragionato a lungo sul manufatto, inizialmente avevo pensato a qualcosa di più elaborato, poi ho optato per la semplicità. La stessa semplicità che caratterizza più d tutto un Papa che ha saputo conquistare proprio con quest’arma i cuori di molti.
Ecco allora una penna molto sobria, di legno bianco con venature grigiastre, una stilografica al titanio con striature in rodio.


Spero che questa mia vicenda – conclude Francesco Scarpino – possa essere da sprono a tutti, che credano sempre in sé stessi e nei loro sogni. Sento di ringraziare la mia compagna che sa sempre essere al mio fianco e sostenermi e, uscendo dalla sfera privata e passando a quella pubblica, l’assessore alle Attività economiche del Comune di Catanzaro Alessio Sculco che mi ha incoraggiato e sostenuto fino all’ultimo in questa iniziativa. Mi sembrava una cosa titanica. Senza il suo incoraggiamento continuo forse avrei mollato’.
‘Non posso che rivolgere i miei più sentiti complimenti – commenta l’assessore Alessio Sculcoal maestro Franco Scarpino, questa è la dimostrazione dell’alto livello di competitività delle nostre aziende di Catanzaro e del know – how che le stesse riescono ad esprimere, riconosciuto a livello nazionale e mondiale.

Franco Scarpino collabora da anni con l’assessorato alle Attività economiche del Comune di Catanzaro e io sono stato particolarmente felice di aver potuto seguire questa specifica esperienza passo dopo passo dall’inizio fino alla consegna dell’opera che Franco ha realizzato per Papa Francesco.

L’augurio che io rivolgo al maestro Scarpino come a tutte le altre aziende è che ci possano essere altre occasioni di questo tipo che sono il giusto riconoscimento dell’alto valore di competitività dei prodotti del nostro territorio”.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like