Il crescente interesse verso i crypto token e le tecnologie blockchain sta rendendo sempre più diffusi i wallet di criptovalute, portafogli digitali o fisici con i quali custodire le monete digitali. Oggi si possono trovare tantissime soluzioni differenti nel settore, dagli hardware dedicati per conservare i token in apposite chiavette, fino ai software da installare in pc o smartphone, oltre ovviamente agli eWallet digitali.

La scelta di un portafoglio di criptovalute non è facile, infatti bisogna considerare diverse caratteristiche prima di prendere una decisione, valutando con attenzione rischi e vantaggi di ogni opzione disponibile. Ad ogni modo, è fondamentale mettere al primo posto la sicurezza dei token criptovalutari, per mantenere sempre al sicuro BTC e simili evitando i rischi più comuni.

Tipologie e migliori wallet digitali e fisici per custodire le criptovalute

I wallet di criptovalute sono portafogli elettronici o fisici per la custodia delle monete digitali. Quando si comprano i crypto token, infatti, si convertono valute fiat come euro o dollari in BTC o ETH attraverso un exchange specializzato. Dopodiché, è necessario conservare le chiavi crittografiche in un luogo sicuro, reale o virtuale, in grado di comunicare con la blockchain di riferimento per realizzare operazioni come l’acquisto o la vendita delle criptovalute.

Questi codici devono essere conservati in un wallet, uno strumento che può essere digitale, ad esempio un software per il computer o un’app per lo smartphone, oppure un wallet digitale in cloud fornito dall’exchange stesso o da una piattaforma esterna. In alternativa, è possibile mantenere i codici di un wallet fisico, una specie di chiavetta USB da connettere a internet quando bisogna realizzare delle operazioni con le monete digitali.

Come segnalato nella sezione “migliori wallet criptovalute” del sito ufficiale di Finaria.it, un’opzione da considerare è l’app mobile proposta da Coinbase, un’applicazione per smartphone da collegare all’account dell’exchange per avere i propri crypto token sempre a disposizione. Un servizio simile viene fornito anche dall’app wallet EXMO, uno dei più importanti exchange di criptovalute europei.

Per il trading di monete digitali una proposta interessante è senz’altro quella di eToro, un broker autorizzato molto rinomato nel settore, infatti i clienti dell’intermediario possono usufruire di un portafoglio digitale di criptovalute legato al proprio account d’investimento.

Per quanto riguarda i wallet fisici il dispositivo più famoso è senza dubbio il Ledger Nano, disponibile in varie versioni e fasce di prezzo, un hardware wallet in grado di offrire elevati standard di sicurezza nella custodia dei crypto token.

Wallet digitali o fisici: quale scegliere per le proprie criptovalute

In era Covid si è registrato un incremento nell’uso di wallet digitali, con molti utenti che hanno utilizzato i servizi proposti dalle fintech per investire parte dei propri risparmi proprio nelle criptovalute.

Spesso si tende a preferire i servizi proposti dalle app, scegliendo un wallet digitale semplice da gestire, tuttavia si tratta di una decisione che richiede attenzione da condurre senza superficialità.

Innanzitutto lo strumento, indipendentemente dalla tipologia, deve garantire una protezione ottimale contro il cyber crimine, per evitare di perdere le monete digitali in seguito ad attacchi hacker o tentativi di phishing.

Il portafoglio di criptovalute deve essere tutelato da avanzati sistemi di crittografia, offrendo una sicurezza informatica adeguata per custodire in modo efficiente i codici dei crypto token.

I wallet digitali sono facili da usare, offrono un livello medio di sicurezza e una configurazione automatica, inoltre sono sempre connessi e basta aprire l’app o accedere al software per gestire le operazioni con le criptovalute. Questi portafogli crypto virtuali sono indicati soprattutto per i trader di criptovalute, oppure per le persone che effettuano molte operazioni con le monete digitali.

I wallet hardware, invece, richiedono un setting manuale e sono più difficili da utilizzare, in più rimangono offline e devono essere connessi a internet per funzionare. Tuttavia forniscono una sicurezza elevata contro i rischi di furti dei codici, inoltre sono adatti a chi realizza poche operazioni l’anno con le criptovalute. Ognuno deve valutare pro e contro di ogni opzione, considerando costi e funzionalità integrate, per prendere una decisione consapevole e scegliere la soluzione migliore per custodire in modo sicuro le proprie criptovalute.

Il post Criptovalute: come trovare i migliori wallet per conservare le monete digitali apparso prima su Perugia Online.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like