I lavoratori DHL dello scalo di Orio hanno organizzato per sabato 12 giugno dalle 16 alle 18 un presidio davanti alla Prefettura di Bergamo: i dipendenti chiedono chiarezza sul futuro, visto che il 31 dicembre 2021 scadrà il contratto di affitto che DHL ha stipulato con Sacbo per l’utilizzo del magazzino dell’aeroporto di Orio al Serio.

“Nonostante le richieste di avere certezza sulla volontà di continuare ad operare a Bergamo – spiega Fabio Mazzoleni, RSU della Filt CGIL – le risposte da parte di DHL continuano a farsi attendere, soprattutto per quanto riguarda il futuro dei lavoratori impiagati nei reparti operativi”.

A 6 mesi dalla scadenza del contratto di affitto e dopo la decisa riduzione delle merci date dall’apertura dell’hub DHL di Malpensa ed il sito di Montichiari, la preoccupazione dei lavoratori di Orio cresce: l’obiettivo del presidio è dimostrare all’azienda che le persone sono preoccupate e che è giunto il momento di avere risposte concrete.

“Vogliamo garanzia che l’occupazione sia salvaguardata, garantendo la continuità territoriale per tutti gli addetti: parliamo di 100 persone impiegate nei magazzini e 300 negli uffici – chiude Mazzoleni – comprendiamo che l’ultimo periodo non ha aiutato le aziende ad avere uno scenario preciso per definire le strategie future, ma DHL deve anche capire che la preoccupazione è tanta e legittima, e il tempo stringe. Abbiamo inviato tutti i colleghi alla massima partecipazione presentandosi con le divise da lavoro DHL”.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like