Don Mimmo Battaglia vescovo di Napoli

In una lettera inviata al quotidiano “Avvenire” l’arcivescovo di Napoli, mons. Mimmo Battaglia lancia un duro motivo. Alla politica innanzitutto. Chiamata a ripartire dal basso senza lasciarsi “logorare dalla corruzione dilagante”. Don Mimmo, così è conosciuto a Catanzaro, fa anche una denuncia forte “nel piano nazionale di ripresa e resilienza “manca il Sud, nella sua specificità di questione morale e politica e, quindi, democratica. Se manca il Sud, mancano anche i poveri nella loro drammatica peculiarità: i poveri in carne ed ossa, uomini, donne e bambini, volto per volto, nome per nome, che spero finalmente fuoriescano da quelle fredde statistiche che non impressionano più un’Italia divisa su tutto e che rischia di esplodere in una guerra intestina tra egoismi intrecciati, sopra la quale ogni giorno più indifferente sta quella parte progressivamente più ristretta di ricchi sempre più ricchi”.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like