E’ iniziata da alcuni giorni l’edizione 2021 del Gruppo Operativo Giovani (G.O.G.), un affermato progetto con capofila l’Unione Montana Alpago, partners i Comuni di Alpago, Chies d’Alpago e Tambre e soggetto attuatore la Pro Loco di Puos d’Alpago. L’esperienza del G.O.G. si fonda sull’intento di costruire buone prassi che, attraverso il coinvolgimento dei giovani dell’Alpago, promuovano idee e momenti condivisi, innovazione e consapevolezza.
Fra le azioni proposte per il Comune di Alpago si segnalano in particolare il restauro di un murales e, in collaborazione con l’associazione “Plastic Free”, delle attività ecologiche volte a sensibilizzare i partecipanti ai temi del rispetto e della salvaguardia dell’ambiente e a rendere ancora più fruibile un territorio ricco di biodiversità e di bellezze naturali.

Non poteva peraltro mancare il tradizionale laboratorio dedicato all’arte della terra (Land Art) con una nuova opera. Per il quinto anno i ragazzi del G.O.G. del Comune di Alpago, insieme all’artista Giorgio Vazza, hanno ideato e realizzato un’opera di Land Art nell’oasi naturalistica del Lago di Santa Croce. Il laboratorio di Land Art nasce dal desiderio di creare e rafforzare relazioni tra giovani, adulti e territorio, attraverso un progetto educativo dove l’arte e la natura si incontrano. È un’esperienza in cui i ragazzi imparano a lavorare insieme, tra creatività e condivisione. L’opera di quest’anno “Occhio” pone l’attenzione sulla capacità di osservazione e di analisi delle cose, sul “saper vedere”, sulla necessità sempre più forte di avere “un altro sguardo”. Un’azione questa che richiede uno sforzo collettivo per scoprire l’essenza della vita. L’oasi diventa così un luogo di Cultura e di energie vitali, un patrimonio naturalistico in cui grazie all’arte si coltiva un’amicizia con la terra per una ripartenza migliore. Osserva in proposito Giorgio Vazza: “lavorare con i ragazzi è sempre fonte di energia positiva ed arricchimento. E’ molto bello il clima di condivisione che si respira nel gruppo e questo aspetto crea un senso di comunità che coinvolge sia le persone del luogo sia chi frequenta l’oasi occasionalmente.”

La nuova opera, come detto, è stata realizzata nel consueto scenario dell’oasi naturalistica sita tra Bastia e Farra d’Alpago. E’ stata inaugurata sabato scorso – 24 luglio – alla presenza dei ragazzi protagonisti del laboratorio e dell’artista Giorgio Vazza. Per il Comune di Alpago hanno partecipato il sindaco Umberto Soccal e il vicesindaco, con delega alle Politiche Giovanili, Vanessa De Francesch, che così commenta: “E’ un progetto – quello del G.O.G. – che cresce di anno in anno grazie alla bella sinergia che si è creata tra ragazzi, istituzioni e territorio. Ringraziamo l’artista Giorgio Vazza per il tempo e l’arte che ogni anno dona alla comunità, arricchendo così di opere la zona dell’oasi naturalistica; un gesto per nulla scontato e importante per i ragazzi, che anche quest’anno sono guidati da Francesca Gaio, colonna portante del progetto G.O.G. – Comune di Alpago”.

Share

L’articolo Ragazzi protagonisti al Gruppo Operativo Giovani (G.O.G.): inaugurata sabato 24 luglio una nuova opera di “Land Art” proviene da Bellunopress – Dolomiti.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like