Bergamo, Lombardia

Da Malinovskyi a Maehle, da Freuler a de Roon: l’Atalanta del Gasp prende forma

Vacanze finite per quasi tutti i nerazzurri, che in questi giorni stanno tornando a lavorare a Zingonia. Gli ultimi arrivi al centro Bortolotti sono stati il danese Maehle (che si è fermato in semifinale), lo svizzero Freuler e l’ucraino Malinovskyi (fuori ai quarti), che hanno ricaricato le pile dopo Euro 2020 e sono a disposizione di mister Gasperini.

Il tecnico piemontese ora può finalmente contare su un gruppo nutrito, per iniziare a fare sul serio.

All’appello mancano i campioni d’Europa Pessina e Toloi, più i sudamericani Romero, Musso, Muriel e Zapata, che si dovrebbero presentare a Zingonia tra la fine di questa e l’inizio della prossima settimana.

Martedì si è rivisto anche Kovalenko, che ha perso l’ultimo mese della scorsa stagione per un problema muscolare che l’ha costretto ai box anche nelle prime due settimane di lavoro. L’ucraino sembra destinato a partire (lo Spezia insiste per averlo in prestito), lui intanto ha iniziato a sudare agli ordini del Gasp.

È tornato a lavorare col gruppo anche Miranchuk, fermato una settimana fa da una distorsione all’avampiede destro: il russo, autore di un Europeo convincente, dovrà essere l’arma in più della prossima Atalanta. Dirigenza e staff tecnico puntano molto sull’ex Lokomotiv.

Occhio infine all’olandese Hateboer, che negli ultimi giorni ha ripreso ad allenarsi a parte: non sembra nulla di grave, l’impressione, piuttosto, è che il laterale stia riprendendo senza troppi carichi dopo il brutto infortunio al quinto metatarso del piede sinistro che l’ha costretto a fermarsi tre mesi all’inizio del 2021 e a perdere la spedizione Orange agli Europei.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *