Sardegna

«Telecamere spente nell’isola dal 2005: erano decisive contro i roghi»

Cinquanta telecamere, posizionate in punti strategici, in grado di vigilare su oltre 600mila ettari di territorio pregiato: un sistema di controllo, diurno e notturno, che già 30 anni fa consentiva di localizzare un focolaio entro 3 minuti «e che ora, grazie a tecnologie sempre più all’avanguardia e all’impiego di droni, fa scattare l’allarme alla centrale operativa entro 120 secondi». Chi parla è Giorgio Pelosio, 71 anni, direttore di Epg, società di sicurezza denominata sino a qualche anno fa Teletron Euroricerche. Proprio la Teletron aveva realizzato il sistema di monitoraggio e rilevamento incendi operativo nell’isola dal 1986 al 2005, quando fu abbandonato per decisione della politica. Oggi più che mai è legittimo chiedersi se con quel sistema la devastazione dell’Oristanese poteva essere evitata.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *