Campania

“Affidamenti legali onerosi e mancato pagamento delle sentenze di condanna”: la nota de “I Cittadini in Movimento”

Irpiniatimes.it

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Massimo Passaro “I Cittadini in Movimento”.

Il Comune di Avellino vive una fase finanziaria delicata. La Corte dei Conti ha dichiarato lo stato di pre-dissesto. Questo strumento è teso alla correzione degli squilibri finanziari al fine di evitare le conseguenze negative della dichiarazione di dissesto. La procedura di riequilibrio finanziario è finalizzata alla responsabilizzazione degli organi dell’ente nella definizione ed assunzione di ogni iniziativa utile al risanamento finanziario. In sostanza l’obiettivo della procedura del pre-dissesto è aumentare le entrate dei Comuni e diminuire le spese: ecco perché solitamente gli enti che scelgono questa opzione vedono impennare la pressione fiscale e talvolta tagliano i propri servizi.

I servizi ad Avellino oramai sono assenti.

Si elencano di seguito una serie di realizzazioni, soppressioni ed affidamenti compiuti dal Comune di Avellino che hanno creato disorganizzazioni e non solo:

E’ stato affidato impropriamente l’incarico per il rifacimento della Dogana;
è stato soppresso il Centro RAEE, arrecando in tal modo un aumento dei costi e dei disservizi;
è stato spostato il capolinea degli autobus ma non i servizi essenziali (biglietteria, bagni pubblici, collegamenti con gli autobus di città oppure taxi, pensiline etc) causando trambusto agli utenti;
è stata effettuata la spesa di Euro 350.000 per la risistemazione di Campo Genova area contaminata e sotto controllo Arpac. Allo stesso modo si è ridotto il numero dei mercatali paganti il suolo pubblico e le altre tasse ed imposte connesse,
è stato realizzato un attraversamento pedonale colorato in Via Matteotti, e dei dossi illegali (inutili esecuzioni).

Tutto quanto elencato è servito a tagliare servizi ma allo stesso tempo è coinciso con l’affidamento da parte del Comune di consulenze e mandati legali onerosi.

Per la sola Dogana sono state pagate ingenti somme quali onorari legali, così come è avvenuto per la difesa al Tar nel contenzioso Campo Genova.

Frattanto il Comune di Avellino continua a perdere cause per il mancato adeguamento delle ZTL, dossi non a norma o per il risarcimento dei danni causato da arterie dissestate o mancata manutenzione del bene pubblico.

Concludendo si richiama il pre-dissesto quando bisogna pagare gli Avvocati vincitori dinanzi all’autorità giudiziaria ai quali si chiede perfino una decurtazione del 30% dell’onorario.

Difformemente non si tiene conto del pre-dissesto quando bisogna pagare alte parcelle legali solo per accontentare la frivolezza di politica fanciullesca.

Dinanzi a tale oscenità si chiede l’intervento delle istituzioni incaricate.

L’articolo “Affidamenti legali onerosi e mancato pagamento delle sentenze di condanna”: la nota de “I Cittadini in Movimento” proviene da irpiniatimes.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *