Bergamo, Lombardia

L’ente di formazione professionale Sacra Famiglia premia gli studenti meritevoli

L’anno formativo dell’EFP Fondazione Sacra Famiglia si è concluso con la consegna, durante l’evento (IN)MERITO, di 12 borse di studio agli studenti e alle studentesse più meritevoli per rendimento scolastico, impegno e partecipazione.

Tanti i partner sostenitori del Merito che sono stati protagonisti attivi della serata, a partire dall’Ente di Formazione Professionale Fondazione Sacra Famiglia (9 borse di studio), dai maestri del Lavoro di Bergamo (1 borsa di studio), mentre le altre 2 borse di studio destinate agli allievi del percorso IFTS sono state donate dall’Istituto delle suore della Sacra Famiglia e dallo studio commercialisti Lecchi – Arici.

“Nel clima disteso creato dalla musica e dagli spazi della nostra bellissima sede, salutiamo questo anno formativo che si è da poco concluso – ha detto la direttrice dell’Ente di Formazione Professionale Sacra Famiglia Bruna Capoferri in apertura della cerimonia -. È stato un anno impegnativo e a tratti faticoso per ciascuno di noi. Perchè parlare di scuola e ancora di più di ‘fare scuola’ in questo tempo di pandemia è davvero molto complesso”.

” Ci hanno definito in tanti modi – ha proseguito la direttrice – : una piccola scuola, una scuola di frontiera, una scuola preziosa, una scuola accogliente, una scuola capace di ascolto, una scuola a distanza e una scuola in presenza. Io definisco la nostra ‘la scuola dei ragazzi’, di ognuno dei ragazzi che ospita, una scuola in cui diventare grandi insieme”.

E proprio perché si è voluto valorizzare e mettere ai centro i ragazzi anche a seguito di questo anno così difficile che con orgoglio e felicitazioni l’Ente di Formazione ha consegnato le borse di studio ad un allievo meritevole per classe ed indirizzo. Per il percorso Operatore Agricolo le borse sono andate a Alisea Suardi (classe prima), Martina Borsato (Classe seconda) e Luigi Mosconi (classe terza), mentre peril Tecnico Agricolo (4° anno) è stato premiato Jacopo Borsotti.

Per il percorso di Operatore ai Servizi di Vendita i riconoscimenti sono stati assegnati a Viola Belotti (primo anno), Maddalena Moretti (secondo anno), Davide Flaccadori (terzo anno) e ad Andrea Bolla, studente del percorso Tecnico commerciale delle vendite (4° anno).

Per il nuovo indirizzo Operatore dell’abbigliamo e prodotti tessili per la casa è stata premiata Aurora Bertocchi, del primo anno.

Non solo, “Riconoscere, valorizzare e sostenere i meriti è per noi molto importante soprattutto oggi, perché le difficoltà di questo momento storico non devono ricadere sui ragazzi”, hanno aggiunto Marina Arrigoni e Luigi Pedrini, Maestri del Lavoro di Bergamo che hanno donato una borsa di studio a Fabio Lombardo, che ha frequentato il secondo anno del Percorso di Operatore ai servizi di vendita .

Altre due borse sono state consegnate ad altrettanti studenti dei percorsi IFTS da parte dell’Istituto Sacra Famiglia e dallo Studio Commercialisti Lecchi-Arici; ad essere premiati sono stati Lorenzo Festa e Aymane El Kahi.

La serata (IN)MERITO è stata fortemente voluta anche per entrare nel merito e ringraziare tutte le collaborazioni e partnership dell’Ente.
A tal proposito è intervenuta anche Laura Ferretti, direttrice dell’Istituto Lotto di Trescore Balneario, tra i partner dell’EFP la quale disse: “Al di là dei contenuti didattici, crediamo sia fondamentale valorizzare il ruolo educativo della scuola. La nostra collaborazione ha raggiunto alti livelli sotto entrambe i punti di vista e siamo determinati a proseguire su questa strada”.

Non sono inoltre mancate le parole del dottore commercialista Fabrizio Lecchi, “L’ente ha grandi prospettive e volontà di crescita – ha proseguito-. I numeri e il riscontro da parte degli utenti ci porta ad affrontare con motivato ottimismo e fiducia la sfida della seconda sede, che ci permetterà di ingrandirci e rispondere in maniera sempre più efficace alle richieste del mercato del lavoro attraverso la formazione professionale”.

L’intera serata è stata allietata dai canti degli Harmonici, che hanno aperto la manifestazione intonando un inno di speranza, collegato al percorso della tanto attesa Rinascita post pandemica e le cui esibizioni hanno punteggiato di parentesi musicali l’intera serata.

“Ringrazio i ragazzi per il loro prezioso contributo, ringrazio tutta la squadra che ha lavorato con passione senza mai mollare, ringrazio il CDA che ci ha sempre supportato ed i partner che continuano a credere nel nostro operato – ha concluso la direttrice dell’EFP Sacra Famiglia Bruna Capoferri –
Il nostro costruirsi come brave persone, lascia una traccia che è quella che definisce le linee guida dell’anno successivo per me e per gli altri. Una storia che rimarrà scritta nella storia delle altre persone”.

A completamento e chiusura della serata sono giunte le parole spontanee di Jacopo Borsotti, studente premiato, che hanno segnato un momento di grande commozione: “Auguro a tutti i ragazzi che devono compiere scelte importanti per la loro vita di trovare persone che credono in loro – ha detto – come io ho trovato qui. Perché fare scelte è difficile e si può sbagliare, la differenza la fa avere accanto persone che credono in te”.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *