Campobasso, Molise

13 settembre – Altro ingresso in Rianimazione, 11 i malati covid in ospedale. Screening gratuiti prima del rientro a scuola. Sì alla terza dose per i fragili dal 20 settembre

screening tamponi pre rientro scuola montenero

PAZIENTE TRASFERITO IN RIANIMAZIONE PER CONDIZIONI GRAVI

La Rianimazione del Cardarelli di Campobasso sale a 2 persone ricoverate, trattate con ossigeno. Oggi infatti c’è stato un altro trasferimento nel reparto salva-vita: è un paziente di Scapoli spostato dalle Infettive alla Terapia intensiva.

UN SOLO NUOVO CASO MA ANCHE UN NUOVO RICOVERO IN INFETTIVE

Su 313 tamponi molecolari refertati c’è solo un positivo. Si tratta di un residente di Frosolone che però è in condizioni serie a causa del covid ed è stato direttamente portato in ospedale, in malattie infettive dove ora i pazienti sono 9 perché nelle stesse ore è stato dimesso un campobassano le cui condizioni sono nettamente migliorate.

Dunque, a fronte di 226 attuali positivi, sono 11 le persone trattate a livello ospedaliero, considerate malati gravi. Quasi tutte, come abbiamo già detto nei giorni scorsi fornendo i numeri precisi, non sono vaccinate e hanno un’età media di 50 anni. Sono tredici i guariti odierni.

bollettino 13 settembre 2021

 

GUGLIONESI, OGGI PRIMO GIORNO DI SCREENING

Sono stati effettuati oggi 13 settembre 118 tamponi sui ragazzi della primaria e secondaria di Guglionesi, comune che ha avviato il monitoraggio in vista della riapertura delle scuole in presenza mercoledì 15 settembre. Domani toccherà al Liceo e al personale scolastico.

DOMANI TAMPONI RAPIDI GRATUITI PER GLI ALUNNI DI TERMOLI

Tamponi rapidi per gli alunni di Termoli, martedì screening alla Misericordia

 

IL REPORT DELLA SETTIMANA SCORSA

Flettono i contagi ma torna ad essere occupata la Rianimazione. “Chi è vaccinato riduce il rischio di ricovero del 93%”

APPROVATA TERZA DOSE VACCINO PER IMMUNODEPRESSI E ANZIANI: SI PARTE 20 SETTEMBRE

La commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del Farmaco, che si era riunita in via straordinaria un mese fa, si è espressa favorevolmente sulla somministrazione della terza dose di vaccino contro il Covid, da somministrare esclusivamente con preparati Pfizer e Moderna (vaccini a mRna). E’ appropriato, si legge nel parere – “in attesa dell’autorizzazione di Ema, rendere disponibili i vaccini in due casi: “come dose addizionale per gli immunodepressi gravi (come i trapiantati) ad almeno 28 giorni dall’ultima somministrazione e come dose booster negli anziani e nei soggetti ricoverati nelle Rsa dopo almeno sei mesi dall’ultima somministrazione”. Da  lunedì prossimo 20 settembre sarà somministrata la terza dose di vaccino ai soggetti immuno-compromessi in Italia: questa la decisione presa oggi nel corso di una fra il ministro della Salute Roberto Speranza e il Commissario per l’Emergenza Francesco Figliuolo.

 

I DATI NAZIONALI: MENO CONTAGI, PIU’ MALATI GRAVI

Sono 2.800 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri erano stati 4.664) ed è un buon dato perché non accadeva dallo scorso luglio, al netto del minor numero di tamponi che si processano la domenica e i cui risultati si hanno il lunedì. I decessi odierni sono 36 (ieri 34), per un totale di 129.955 vittime da febbraio 2020. Gli attuali positivi in Italia  risultano essere in tutto 125.904. Il tasso di positività sale al 2,3%.

Aumentano però le ospedalizzazioni. I posti letto occupati nei reparti Covid sono +87 (ieri -4), per un totale di 4.200 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono +4  (ieri +12). Il totale dei malati più gravi in Italia è 563, le dosi di vaccino somministrate finora sono oltre 80,9 milioni. I cittadini che hanno ricevuto la seconda dose sono quasi 40 milioni, il 74% della popolazione over 12.

 

 

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *